Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2001 December;53(4) > Minerva Urologica e Nefrologica 2001 December;53(4):189-93

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Urologica e Nefrologica 2001 December;53(4):189-93

lingua: Italiano

Varicocele idiopatico in età pediatrica. Studio epidemiologico e approccio chirurgico

Camoglio F. S., Cervellione R. M., Dipaola G., Balducci T., Giacomello L., Zanatta C., Forestieri C., Chironi C.

Università degli Studi - Verona Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Gastroenterologiche Cattedra di Chirurgia Pediatrica


PDF  


Obiettivo. Il varicocele idiopatico rappresenta una delle più frequenti tra le diverse condizioni che possono indurre una riduzione della fertilità maschile. Una identificazione precoce e una terapia adeguata consentono di prevenire l’infertilità legata a tale patologia.
Metodi. Gli A. riportano i risultati emersi da uno studio epidemiologico, clinico/strumentale (Doppler), eseguito su 766 soggetti in età peripuberale. Valutano inoltre i risultati clinici e funzionali nei soggetti sottoposti ad intervento chirurgico per varicocele. Le opzioni tecniche adottate per la correzione del varicocele sono state il bypass venoso microchirurgico tra la vena spermatica interna e la vena epigastrica inferiore o la legatura laparoscopica della vena spermatica interna in sede retroperitoneale.
Risultati. L’indagine epidemiologica eseguita dagli A. ha evidenziato una elevata incidenza (48,5% comprese le forme subcliniche) del varicocele idiopatico nella popolazione maschile. Il follow-up clinico e strumentale (Doppler) effettuato a 3, 6 e 18 mesi dall’intervento chirurgico ha mostrato risultati soddisfacenti, soprattutto nei pazienti sottoposti ad intervento di bypass venoso microchirurgico ottenendo una percentuale di recidive pari al 2,6%.
Conclusioni. Sulla base dei risultati ottenuti, gli A. sostengono il ruolo di un approccio chirurgico precoce al varicocele. Tra le tecniche correttive disponibili, il trattamento microchirurgico è, a nostro avviso, quello in grado di fornire i migliori risultati sia clinici che funzionali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail