Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2001 Giugno;53(2) > Minerva Urologica e Nefrologica 2001 Giugno;53(2):113-6

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536

 

Minerva Urologica e Nefrologica 2001 Giugno;53(2):113-6

 CASI CLINICI

Insufficienza renale cronica neonatale associata ad assunzione di un inibitore della ciclo-ossigenasi-2 durante la gravidanza

Peruzzi L., Gianoglio B., Porcellini G., Conti G., Amore A., Coppo R.

Ospedale Infantile Regina Margherita - Torino Nefrologia e Dialisi

Gli antinfiammatori non steroidei (FANS) sono usati da tempo come tocolitici per la capacità di inibire la ciclo-ossigenasi (COX) uterina e delle membrane fetali, fondamentali per l’avvio del travaglio. L’utilizzo della nimesulide, un FANS selettivo per la COX-2, quale tocolitico è stato recentemente proposto per la capacità di inibire selettivamente l’enzima espresso sul miometrio e sulle membrane fetali. Segnaliamo un caso di insufficienza renale cronica uremizzante (IRC) in una neonata la cui madre era stata trattata per 6 settimane con nimesulide 200 mg/giorno, per contrazioni uterine resistenti alla isoxuprina. Dalla nascita, avvenuta alla 32a settimana per oligoidramnios, la bambina è stata oligoanurica ed ha richiesto l’avvio del trattamento dialitico sostitutivo, con dialisi peritoneale automatizzata, dal secondo giorno di vita. Ecograficamente i reni presentavano diametro e parenchima quantitativamente normale con aumento dell’ecogenicità parenchimale e ridotta differenziazione cortico-midollare, senza evidenza di uropatia malformativa. Una biopsia renale eseguita per la persistenza dell’anuria in 20a giornata di vita ha mostrato glomeruli di aspetto fetale, senza infiltrato linfocitario interstiziale, tubuli di aspetto del tutto normale senza segni di necrosi. La bambina è attualmente in trattamento dialitico regolare con dialisi peritoneale automatizzata domiciliare. L’insorgenza di insufficienza renale cronica in stretta correlazione con l’assunzione materna di nimesulide è fortemente suggestiva per un danno farmacologico. In attesa di dati di sicurezza un uso cauto del farmaco è fortemente raccomandabile in gravidanza.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina