Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2000 September;52(3) > Minerva Urologica e Nefrologica 2000 September;52(3):147-50

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

  XVI CONGRESSO DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI NEFROLOGIA SEZIONE PIEMONTE-VALLE D’AOSTA
Castello di Rivoli, Rivoli (TO) 10 ottobre 1998


Minerva Urologica e Nefrologica 2000 September;52(3):147-50

lingua: Italiano

Farmacoeconomia in emodialisi (Il ruolo del ferro nel trattamento con eritropoietina)

Navino C., David P., Cofano M. F., Borlandelli S., Verzetti G.

Azienda Maggiore della Carità - Novara U. O. Nefrologia e Dialisi


PDF  


Obiettivo. Anche in dialisi la farmacoeconomia è un problema di primaria importanza con l’impiego dell’EPO, farmaco efficace ma costoso. Un target ottimale con la minor quantità di EPO sembra correlarsi con la via di somministrazione ed un corretto apporto di ferro.
Metodi. Nello studio si è valutato il ruolo del ferro nel contenimento dei costi da EPO.
Risultati. Nell’emodializzato in terapia cronica con EPO valori di ferritina sierica < 50 pg/ml vengono considerati sufficienti per mantenere un soddisfacente target Hb. I nostri dati sembrano indicare che tale valore,da un punto di vista farmacoeconomico, è nettamente sottostimato.
Conclusioni. Un più elevato apporto di ferro i.v. si correla infatti con un significativo aumento della ferritina ed un risparmio di EPO per paziente superiore al milione/anno.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail