Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2000 Settembre;52(3) > Minerva Urologica e Nefrologica 2000 Settembre;52(3):107-13

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

  XVI CONGRESSO DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI NEFROLOGIA SEZIONE PIEMONTE-VALLE D’AOSTA
Castello di Rivoli, Rivoli (TO) 10 ottobre 1998


Minerva Urologica e Nefrologica 2000 Settembre;52(3):107-13

lingua: Italiano

Rapporto tra profili di rischio, prognosi ed «outcome» del paziente con insufficienza renale acuta (IRA) in dialisi (RRT)

Pacitti A., Barbieri S., Hollò S. *

Università degli Studi - Torino Cattedra di Nefrologia AOS S. Giovanni Battista, Torino UOA, Nefrologia, Dialisi e Trapianto


PDF  


Obiettivo. Il paradosso dell’elevata mortalità dei pazienti con IRA nonostante i progressi nella terapia medica e dialitica ha spinto all’adozione di ISS correlati alle covariate di rischio presenti prima dell’inizio della dialisi, in grado di esprimere la probabilità individuale di decesso (PD). Poiché l’aderenza degli ISS all’outcome, anche se elevata nell’ambiente di sviluppo (development set) è molto critica in ambiti diversi (validation set), lo scopo di questo studio è di valutare in due diverse casistiche ISS generati in set diversi verificandone la fitness dei PD attesi (EPD) rispetto a quelli osservati (OPD).
Metodi. In un primo set (A) nell’ambito della nostra esperienza di 5 anni di 317 pazienti con IRA+TS (per lo più emofiltrazione) sono state retrospettivamente raccolte per ciascun caso 49 informazioni, relative al quadro clinico alla prima dialisi; su questo archivio, è stato effettuato: a) il calcolo (secondo Liaño) dell’indice ATN-ISS di ciascun caso; b) il calcolo di un indice proprio (TOR-ISS) con l’uso della regressione logistica; c) una valutazione comparativa dei due ISS in termini di confronto degli EPD rispetto ai OPD con i Test di calibrazione di Limeshow e Curve ROC. In un secondo set (B) entrambi gli indici sono stati utilizzati un pool di 345 pazienti con IRA+TS estratti da un gruppo di 25721 pazienti trattati in Unità di Terapia Intensiva (UTI), (Gruppo Archidia) e valutati comparativamente insieme all’indice SAPSII generato prospetticamente all’atto del ricovero in UTI.
Risultati. Nel set (A) TOR-ISS mostra una evidente concordanza (X2 n.s.) tra EPD ed OPD, come atteso per un indice valutato nel suo development set, mentre ATN-ISS sottostima la PD, perché creato in modo prospettico ed applicato in un data-base costruito retrospettivamente (meno covariate rilevate rispetto alle presenti). Nel set (B), ATN-ISS mostra un’elevata trasportabilità (X2 n.s.), mentre TOR-ISS sovrastima la PD (per l’origine retrospettiva e/o per una reale minore incidenza di morte rispetto al set di sviluppo). SAPSII non correla con PD perché rilevato all’ingresso in UTI (15 giorni in media prima dell’inizio della TS).
Conclusioni. L’outcome nell’IRA+TS è efficacemente descritto da ISS generati e/o utilizzati in modo prospettico e mirato all’inizio della terapia dialitica a differenza degli indici generati all’ingresso in UTI (SAPSII, APACHE) che non mostrano correlazione in questo tipo di pazienti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail