Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 December;50(4) > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 December;50(4):241-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,984


eTOC

 

REVIEWS  


Minerva Urologica e Nefrologica 1998 December;50(4):241-6

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Profilo ormonale di pazienti con tumori a cellule di Leydig: una causa urologica di ginecomastia

Sciarra A., Casale P., Di Nicola S., Di Chiro C., Di Silverio F.

University of Rome “La Sapienza” - Rome, Department of Urology “U. Bracci”


PDF  


È pos­si­bile ipo­tiz­zare ­un’azione ­degli estro­geni ­come fat­tori pre­dis­po­nenti di patol­ogie tes­tic­o­lari: ­l’esposizione ­agli estro­geni ­durante lo svi­luppo del ­feto può ­indurre mod­if­i­caz­ioni cel­lu­lari che, suc­ces­siv­a­mente, richie­dono estro­geni e/o andro­geni per deter­mi­nare una iper­plasia o una neo­plasia. ­Abbiamo ­rivisto la let­ter­a­tura rel­a­tiv­a­mente ai ­tumori a cel­lule del ­Leydig e le mod­if­i­caz­ioni ormo­nali che ­essi indu­cono. In ­pazienti ­adulti con ­tumori a cel­lule del ­Leydig, ­anche se i liv­elli sie­rici di estro­geni (E2) e tes­tos­te­rone (T) var­iano, il rap­porto T/E2 è costan­te­mente ­basso, e la som­mi­nis­traz­ione di gon­a­dot­ro­pina ­corionica pro­duce una ris­posta estro­genica più ­elevata ris­petto a ­uomini ­sani.
Il ­follow-up ­dopo orchiec­tomia per ­tumore a cel­lule del ­Leydig non è ­stato ­descritto fre­quen­te­mente, e sia la nor­ma­liz­zaz­ione che la man­canza di nor­ma­liz­zaz­ione del T, E2, gon­a­dot­ro­pine e hCG ­sono ­state rip­or­tate. ­Nell’ultima ­parte di ­questa ­review ­abbiamo ana­liz­zato le prin­ci­pali ­cause urol­o­giche di ginec­o­mastia ­nell’uomo. Ipo­gon­a­dismi sia pri­mari che secon­dari ­sono una fre­quente ­causa di ginec­o­mastia. I ­tumori a cel­lule del ­Leydig pos­sono pro­durre un ­aumento dei liv­elli di estro­geni e, appros­sim­a­tiv­a­mente il 20% dei ­pazienti con ­questi ­tumori svi­lup­pano una ginec­o­mastia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail