Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 June;50(2) > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 June;50(2):155-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Urologica e Nefrologica 1998 June;50(2):155-9

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Prodotti di degradazione della fibrina-fibrinogeno plasmatici ed urinari in un caso di tromboembolia renale

Massari M., D'Adamo F., Bernardi A., Emma G., Santucci G.

Azienda Ospedaliera «Ospedale S. Salvatore» - Pesaro, Servizio di Pronto Soccorso ed Accettazione Sanitaria


PDF  


Abbiamo esaminato l’andamento dei prodotti di degradazione della fibrina/fibrinogeno plasmatici (FDPp) ed urinari (FDPu) in un caso di tromboembolia renale in corso di fibrillazione atriale. In tale patologia renale, per quanto è dato documentare in letteratura, non sono segnalate alterazioni degli FDP. Si pone quindi il problema se tale parametro di laboratorio possa essere d’utilità diagnostica in corso di embolia renale. Il caso riguarda un paziente che, presentatosi al Pronto Soccorso per sintomatologia dolorosa al fianco destro, è stato inizialmente ricoverato con diagnosi di colica renale destra. Dopo alcuni giorni, mediante TAC con infusione di mezzo di contrasto e.v. e scintigrafia renale con 99Tc DTPA, è stata diagnosticata tromboembolia multipla al rene destro. Dal VI al XVII giorno dall’inizio della sintomatologia dolorosa sono stati effettuati alcuni dosaggi degli FDPp e FDPu mediante test rapido al lattice per la ricerca degli FDP che utilizza antisieri specifici anti-frammento D ed E (Thrombo-Wellcotest). Sono state riscontrate alterazioni degli FDP plasmatici ed urinari che presenterebbero inoltre un andamento opposto: in VIII giornata si nota un’inversione delle alterazioni con normalizzazione degli FDPp ed elevazione degli FDPu presente ancora al XVII giorno. Ulteriori e più precoci controlli potranno confermare il particolare andamento degli FDP e la loro utilità nello screening diagnostico di laboratorio in casi di tromboembolia renale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail