Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1) > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1):81-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

  XIV CONGRESSO DELLA SOCIETA' ITALIANA DI NEFROLOGIA SEZIONE PIEMONTE-VALLE D'AOSTA
(Ivrea, 5 ottobre 1996)


Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1):81-6

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Revisione critica dei dati riguardanti il trapianto renale nel Registro Regionale Piemontese di Dialisi e Trapianto (RPDT)

Baroni A. 1, Pozzato M. 1, Fabiano M. 1, Serra A. 1, Vallero A. 1, Cusinato S. 1, Salomone M. 2

1 Ospedale Castelli - Verbania, Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi;
2 Ospedale Valletta - Torino, Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi


PDF  


Al 31/12/1995 risultano trapiantati 1128 uremici piemontesi, con il 65% di interventi eseguiti presso il Centro di riferimento regionale ed il 35% in Centri extra-regione.
Inferiore ai 5 anni è il tempo di attesa in dialisi in oltre la metà dei pazienti, con prevalenza per età anagrafiche comprese tra i 40 anni e i 60 anni. La sopravvivenza paziente sulla globalità considerata rileva percentuali pari a 94% - 87% - 75% rispettivamente a 24 - 60 - 120 mesi, con un miglioramento statisticamente significativo quando la curva è valutata sul pool-pazienti in terapia con ciclosporina (84% versus 87% a 7 anni). La sopravvivenza organo è del 76% a 2 anni e del 42% a 10 anni con risultati migliorati dall’ impiego della ciclosporina.
Patologie a carico dell’organo trapiantato costituiscono la causa maggiore di morbilità; il drop-out in dialisi è sostenuto soprattutto da patologie immunologiche; episodi infettivi sono responsabili della maggior parte delle cause di exitus nella nostra popolazione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail