Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1) > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1):45-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

  XIV CONGRESSO DELLA SOCIETA' ITALIANA DI NEFROLOGIA SEZIONE PIEMONTE-VALLE D'AOSTA
(Ivrea, 5 ottobre 1996)


Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1):45-9

lingua: Italiano

Angioplastica percutanea transluminare delle stenosi di fistole artero-venose. Follow-up di 24 mesi

Ortensia A. 1, Carosio G. 2, Iberti M. 1, Reale M. 2, Della Volpe M. 1, Taverna G. 2, Veronesi G. 1, Balestrero G. 2

1 Azienda Ospedaliera «S.S. Antonio e Biagio e C. Arrigo» - Alessandria, UOA Nefrologia e Dialisi;
2 Azienda Ospedaliera «S.S. Antonio e Biagio e C. Arrigo» - Alessandria, UOA Cardiologia - Laboratorio di Emodinamica


PDF  


La stenosi è causa comune di perdita funzionale degli accessi vascolari per emodialisi cronica e l’angioplastica percutanea transluminare rappresenta metodica elettiva per la correzione di tali anomalie. Abbiamo effettuato 42 angioplastiche percutanee transluminari, con indagine prospettica e follow-up medio di 18 mesi, in 32 pazienti con flusso ematico della fistola artero-venosa inadeguato. In più del 90% dei casi la procedura ha rispristinato condizioni emodinamiche adeguate ed immodificate nel follow-up per cui si può ritenere l’angioplastica percutanea transluminare metodica efficace, priva di complicanze significative, di semplice esecuzione e di basso costo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail