Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1) > Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1)39-43

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

  XIV CONGRESSO DELLA SOCIETA' ITALIANA DI NEFROLOGIA SEZIONE PIEMONTE-VALLE D'AOSTA
(Ivrea, 5 ottobre 1996)


Minerva Urologica e Nefrologica 1998 March;50(1)39-43

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Fistola artero-venosa ad alta portata alla tabacchiera anatomica

Boccardo G., Ettari G., Donato G., De Prisco O., Maurino D.

USL 16 - Regione Piemonte - Ceva (Cuneo), UOA di Nefrologia e Dialisi


PDF  


Gli Autori, basandosi sull’esperienza di 25 anni di emodialisi, riaffermano la validità della FAV alla tabacchiera anatomica con anastomosi latero-lalerale e terminalizzazione dei vasi, e sostengono che, pur utilizzando vasi di piccolo calibro, con particolari accorgimenti si possono ottenere accessi vascolari ad alta portata, validi anche per i trattamenti più spinti (HF, HDH). Vengono citati vantaggi ed inconvenienti di questo tipo di accesso vascolare e considerati i motivi per cui, negli ultimi anni, questo tipo di fistola è stato quasi abbandonato.
Confortati dalla casistica di 131 FAV alla tabacchiera anatomica, di cui il 95% subito funzionante, ed il 67% compatibile con flussi ematici superiori a 300 ml/min, gli Autori descrivono in dettaglio la tecnica operatoria e riportano tutti quegli accorgimenti procedurali che hanno permesso di ottenere questi risultati .
Molto importante è la correzione delle fini briglie avventiziali che si creano in sede di anastomosi, in modo da permettere l’allineamento della parete venosa a monte della rima prossimale, e la legatura in tempi successivi delle collaterali del tronco venoso principale.
La FAV alla tabacchiera anatomica (latero-laterale terminalizzata, con bocca anastomotica di 5 mm) per funzionalità, durata e portata, è l’accesso vascolare di elezione in tutti quei pazienti in cui si possa programmare l’ingresso in dialisi con alcuni mesi di anticipo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail