Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2016 Dicembre;65(6) > Minerva Stomatologica 2016 Dicembre;65(6):393-402

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Minerva Stomatologica 2016 Dicembre;65(6):393-402

 THERAPEUTICAL NOTES

Il posizionamento implantare seguendo la via della radice. Una tecnica predicibile per la chirurgia postestrattiva

Antonio NORCIA 1, Marco CICCIÙ 2, Giada MATACENA 3, Ennio BRAMANTI 4

1 Private Practitioner, Dental Clinic Torino, Collegno, Turin, Italy; 2 Department of Human Pathology, University of Messina, G. Martino Policlinic, Messina, Italy; 3 Dental School, University of Turin, Turin, Italy; 4 Department of Biomedical, Odontostomatological Sciences and of Morphological and Functional Images, University of Messina, G. Martino Policlinic, Messina, Italy

OBIETTIVO: L’obiettivo del presente studio è descrivere una tecnica predicibile e semplificata di posizionamento di impianti dentari con tecnica postestrattiva. Inserire gli impianti immediatamete dopo l’avulsione degli elementi dentari comporta una serie di vantaggi; riduce le sedute chirurgiche, e dimezza i tempi della finalizzazione protesica. Sono tuttavia presenti alcune difficoltà che rendono tale tecnica operativa spesso non semplice da eseguire. Tali svantaggi sono: la variabilità della guarigione del sito postestrattivo, controllare il grado di riassorbimento osseo intorno all’impianto, orientamenti delle fixture non in linea con la corretta pianificazione protesica, mancanza di stabilità primaria.
METODI: Questo studio vuole sottolineare come possa essere più semplice e predicibile posizionare gli impianti negli alveoli postestrattivi utilizzando la radice dell’elemento dentario da estrarre come guida.
RISULTATI: L’impianto posizionato con tale tecnica ha mostrato un’ottima osteointegrazione a distanza di due anni dal suo posizionamento.
CONCLUSIONI: Il tipo di tecnica da noi descritta consente al clinico di posizionare in maniera ideale un impianto postestrattivo per la sostituzione degli elementi dentari multiradicolati.

lingua: Italiano, Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina