Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2016 Agosto;65(4) > Minerva Stomatologica 2016 Agosto;65(4):231-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ORIGINAL ARTICLES  


Minerva Stomatologica 2016 Agosto;65(4):231-8

lingua: Italiano, Inglese

Il biotipo parodontale: caratteristiche, prevalenza e dimensioni correlati alla malocclusione dentale

Giovanni MATARESE 1, Gaetano ISOLA 1, 2, Luca RAMAGLIA 2, Domenico DALESSANDRI 3, Alessandra LUCCHESE 4, 5, Angela ALIBRANDI 5, Francesca FABIANO 1, 6, Giancarlo CORDASCO 1

1 Department of Biomedical, Odontostomatological Sciences and of Morphological and Functional Images, University of Messina, Messina, Italy; 2 Department of Neurosciences, Reproductive and Odontostomatological Sciences School of Medicine University “Federico II”, Naples, Italy; 3 Department of Orthodontics, School of Dentistry, University of Brescia, Brescia, Italy; 4 Research in Dentofacial Orthopedics, Orthodontics and Pediatric Dentistry, Research Area in Oral Pathology and Implantology, IRCCS San Raffaele Hospital, Milan, Italy; 5 Department of Orthodontics, University Vita Salute San Raffaele Milano, Milan, Italy; 6 Department of Electronic Engineering, Chemistry and Industrial Engineering, University of Messina, Contrada di Dio, Messina, Italy


PDF  


OBIETTIVO: La conoscenza dell’anatomia parodontale biotipo gengivale è essenziale quando si eseguono procedure chirurgiche e non chirurgiche nel in ambito odontostomatologico. Lo scopo di questo studio è stato quello di determinare in un gruppo di pazienti la prevalenza del biotipo gengivale e valutare se fosse correlato con le differenti classi di malocclusione di Angle.
METODI: Lo studio è stato condotto su 76 volontari (38 maschi, 38 femmine, età media 14,7 anni). Il biotipo gengivale è stato determinato mediante valutazione della traslucenza di una sonda parodontale attraverso il margine gengivale dei denti durante il sondaggio, effettuato vestibolarmente e centralmente su incisivi centrali, laterali e dei canini superiori. È stata anche registrata, su ogni paziente, la malocclusione secondo la classificazione di Angle.
RISULTATI: La prevalenza in tutto il campione di biotipo gengivale sottile è stata del 43,4% e di biotipo gengivale spesso è stata del 56,6%. La frequenza nelle femmina con biotipo gengivale sottile è stata significativamente inferiore rispetto ai pazienti di sesso maschile (42,4% e 55,6%, rispettivamente) mentre il biotipo gengivale spesso, era più alta nel sesso femminile rispetto ai pazienti di sesso maschile (55,8% e 44,2%, rispettivamente) (χ2=1.339, P=0,247). Non c’era una significativa associazione tra tipo di malocclusione e biotipo gengivale (P=0,143). C’era tuttavia una prevalenza di biotipo gengivale spesso in pazienti con malocclusione di classe II e una leggera prevalenza di biotipo gengivale sottile in pazienti con malocclusione di classe I.
CONCLUSIONI: Nessuna relazione è stata trovata tra i biotipi gengivali e classificazione delle malocclusioni di Angle. È stata osservata, nel campione di pazienti osservati, una più alta prevalenza di biotipo gengivale spesso in particolare nei soggetti di sesso femminile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

gisola@unime.it