Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2016 Agosto;65(4) > Minerva Stomatologica 2016 Agosto;65(4):223-30

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Minerva Stomatologica 2016 Agosto;65(4):223-30

 ORIGINAL ARTICLES

Vascular endothelial growth factor behavior in different stages of tooth germ development

Filiberto MASTRANGELO 1, Maria Teresa SBERNA 1, Raffaele VINCI 1, Giovanni IADEROSA 1, Lucia TETTAMANTI 2, Giuseppe CANTATORE 1, Angelo TAGLIABUE 2, Enrico F. GHERLONE 1

1 Department of Oral Sciences, San Raffaele Research Institute, Vita e Salute University, Milan, Italy; 2 Department of Oral Sciences, University of Insubria, Varese, Italy

OBIETTIVO: Studi scientifici dimostrano una possibile influenza di proteine intracellulari e intercellulari sullo sviluppo fisiologico e patologico dei tessuti. Il fattore di crescita dell’endotelio vascolare (vascular endothelial growth factor, VEGF), regolatore chiave del processo angiogenetico, sembrerebbe svolgere un’azione essenziale durante lo sviluppo embrionale del germe dentale. Lo scopo della ricerca è stato quello di valutare il ruolo del VEGF, durante le fasi precoci e tardive di sviluppo del germe dentale.
METODI: La quantificazione proteica di VEGF è stata eseguita tramite 3 differenti analisi di laboratorio: analisi Western-blot, analisi tramite semi-quantitative reverse transcriptase-polymerase chain reaction (RT-PCR) e infine un’analisi immunoistochimica. Le colture cellulari del tessuto dentale prese in esame sono: cellule endoteliali, cellule del reticolo stellato, odontoblasti e ameoblasti.
RISULTATI: Il peptide VEGF sembrerebbe indurre un’intensa proliferazione cellulare, non concomitante a una differenziazione verso la linea endoteliale. L’espressione di VEGF nell’epitelio interno dello smalto (ameloblasti) sembrerebbe dipendere dalla fase di differenziazione, portandoci a presupporre che VEGF e il suo corrispettivo recettore siano espressi nel germe dentale e che inducano alterazioni non solo sulla vascolarizzazione, ma anche sull’attivazione dell’epitelio interno e quindi sullo sviluppo dello smalto dentale rispettivamente nelle fasi a cappuccio e campana dell’embriogenesi.
CONCLUSIONI: Nella nostra indagine, l’espressione positiva di VEGF in tutti i campioni esaminati, potrebbe suggerire un ruolo fondamentale dei geni delle proteine angiogenetiche durante tutte le fasi dello sviluppo embrionale del dente. Risulta inoltre caratteristico il comportamento delle cellule del reticolo stellato, con una significativa riduzione dell’azione VEGF tra fase precoce e tardiva, il quale potrebbe suggerire un possibile ruolo cruciale delle cellule del reticolo stellato, le quali sarebbero in grado di promuovere e mantenere un adeguato approvvigionamento energetico ai tessuti durante le fasi di differenziazione e proliferazione precoce e tardiva.

lingua: Italiano, Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina