Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2016 June;65(3) > Minerva Stomatologica 2016 June;65(3):158-63

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ORIGINAL ARTICLES  


Minerva Stomatologica 2016 June;65(3):158-63

lingua: Italiano, Inglese

Danno odontoiatrico da trauma: analisi di una casistica

Patrizia GUALNIERA, Serena SCURRIA, Daniela SAPIENZA, Alessio ASMUNDO

Department of Biomedical Sciences and of Morphological and Functional Imaging, Università degli Studi di Messina, Messina, Italy


PDF  


OBIETTIVO: È stata effettuata un’analisi retrospettiva dell’incidenza delle lesioni all’apparato odontostomatognatico e delle relative menomazioni in soggetti vittime di incidenti del traffico e di come dette lesioni hanno influito sulla valutazione complessiva del danno biologico risarcibile secondo disciplina vigente in ambito assicurativo.
METODI: Nell’arco del decennio 2004-2014, 7233 soggetti vittime di incidenti stradali avvenuti in nella provincia di Messina sono stati sottoposti a valutazione del danno biologico da medici fiduciari di compagnie di assicurazioni. L’indagine è stata effettuata estrapolando i casi caratterizzati da lesività dell’articolato dentario e delle articolazioni temporo-mandibolari, sia isolate che associate a lesioni di altri distretti corporei. L’incidenza delle lesioni, anche sotto il profilo del danno alla persona, è stata analizzata mediante classificazione delle stesse su software dedicato, realizzato con Microsoft Excel.
RISULTATI: L’incidenza delle lesioni all’apparato odontostomatognatico è stata del 3% sul totale (195 soggetti, di cui 127 maschi e 68 femmine), con riscontro maggiore nei conducenti / trasportati su veicoli a due ruote (56%). La maggior parte dei traumi ha determinato lesioni all’articolato dentario (talora in associazione tra loro) di tipo fratturativo e meno frequentemente lussativo, maggiormente a carico degli elementi del settore anteriore (68%), ovviamente in rapporto ad una minore protezione degli stessi per la specifica posizione in arcata. Sensibilmente minore (8%) invece il coinvolgimento delle articolazioni temporo-mandibolari, in rapporto ad eventi lesivi diretti o indiretti nel contesto di traumi cervicali di una certa entità. Parimenti esigua l’incidenza del danno biologico permanente correlato a tali lesioni.
CONCLUSIONI: L’analisi casistica ha consentito di verificare che, nonostante la scarsa incidenza delle lesioni dell’apparato odontostomatognatico nella traumatologia stradale, il peso economico delle correlate menomazioni secondo i criteri applicativi della vigente normativa non è stato trascurabile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

patrizia.gualniera@unime.it