Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2016 April;65(2) > Minerva Stomatologica 2016 April;65(2):107-21

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

THERAPEUTICAL NOTES  


Minerva Stomatologica 2016 April;65(2):107-21

Copyright © 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Rialzo di seno mascellare per via crestale mediante una procedura mini-invasiva: una serie di casi clinici

Andrea E. BORGONOVO 1, Tatiana VITALIANO 2, Pierpaolo MEDAGLIANI 2, Albino BIANCHI 1, Dino RE 3

1 School of Oral Surgery, University of Milan, Milan, Italy; 2 Department of Oral Surgery, “Fondazione Ca’ Granda” Scientific Research Institute, Ospedale Maggiore Polyclinic, Milan, Italy; 3 Department of Oral Rehabilitation, Istituto Stomatologico Italiano, University of Milan, Milan, Italy


PDF  


OBIETTIVO: Scopo di questo lavoro è presentare una serie di casi clinici trattati con una tecnica atraumatica per il rialzo di seno mascellare per via crestale. Questa procedura evita l’utilizzo dei classici osteotomi, riducendo la comparsa di complicanze dovute alle forze percussive e vibratorie.
METODI: Tre casi di edentulismo parziale del mascellare posteriore con volume osseo insufficiente vengono trattati utilizzando la metodica SinCrest® (Meta, Reggio Emilia, Italy). Con l’ausilio delle dime chirurgiche viene eseguito l’intervento di rialzo di seno con SinCrest®, e contestuale inserimento di pilastri implantari con controllo radiografico a 6 mesi.
RISULTATI: SinCrest® permette di avvicinarsi al seno mascellare gradualmente mantenendo il corretto asse per il posizionamento implantare. La forma piatta delle frese previene perforazioni accidentali della membrana schneideriana mentre gli stop disponibili nelle varie lunghezze evitano il sovrafresaggio. L’avvitamento manuale dell’osteotomo SinCrest® consente grande precisione e attenzione durante l’approccio alla corticale, mentre la sonda incorporata permette di controllare la forza residua del pavimento sinusale, il raggiungimento della membrana di Schneider e il suo sollevamento. Questa tecnica non è operatore-dipendente e riduce l’insorgenza di effetti avversi dovuti al martellamento con i classici osteotomi. SinCrest® richiede lembo e osteotomia limitati consentendo un accorciamento del tempo di guarigione e più comfort per il paziente, sia durante che dopo l’intervento.
CONCLUSIONI: SinCrest® rappresenta una valida alternativa ad altre tecniche mininvasive per il rialzo di seno mascellare in caso di altezza ossea residua di almeno 5 mm, permettendo un intervento atraumatico, sicuro e controllato.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

tatiana.vitaliano@icloud.com