Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2015 December;64(6) > Minerva Stomatologica 2015 December;64(6):295-307

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Per citare questo articolo

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ORIGINAL ARTICLES  


Minerva Stomatologica 2015 December;64(6):295-307

Copyright © 2015 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Modified Dental Anxiety Scale: affidabilità della versione italiana

Facco E. 1, 3, Gumirato E. 1, Humphris G. 4, Stellini E. 2, Bacci C. 2, Sivolella S. 2, Cavallin F. 5, Zanette G. 1, 3

1 Chair of Dental Anesthesia, Department of Neurosciences, Neurological, Psychiatrical, Sensorial, Reconstructive and Rehabilitation Sciences, University of Padua, Italy; 2 Section of Dentistry, Department of Neurosciences, Neurological, Psychiatrical, Sensorial, Reconstructive and Rehabilitation Sciences, University of Padua, Italy; 3 Centro Italiano di Ipnosi Clinica e Sperimentale (CIICS), Turin, Italy; 4 Health Psychology, Medical School, University of St Andrews, UK; 5 Free practioner, Padua, Italy


PDF  


OBIETTIVO: L’ansia è un problema di spessore nella pratica odontoiatrica. Il Modified Dental Anxiety Scale (MDAS) è un questionario breve, compilabile dal paziente, che consiste in 5 domande a risposta multipla a cui corrisponde un punteggio. Il test è stato tradotto in Italiano ma non è ancora stato validato. Lo scopo dello studio è dimostrare l’evidenza oggettiva della validità del MDAS in chirurgia orale, che rappresenta la maggiore causa di ansietà in ambito odontoiatrico per l’aspettativa di dolore e di sofferenza ad essa collegata.
METODI: Il test è stato somministrato durante la visita anestesiologica preoperatoria a 230 pazienti (98 maschi e 132 femmine di età compresa tra 14 e 88 anni) sottoposti ad un intervento di chirurgia orale. Sono state raccolte, inoltre, informazioni riguardanti lo stato di salute generale classificato secondo l’ASA-PS, la frequenza di visite dal dentista, la presenza di esperienze pregresse negative in ambito medico e/o odontoiatrico.
RISULTATI: La consistenza interna del test è risultata molto elevata (Crohnbach’s alpha=0,92). Le pazienti femmine sono risultate significativamente più ansiose dei pazienti maschi (P<0,0001) e una marcata differenza significativa (P<0,0001) nel punteggio di MDAS è stata rilevata anche in coloro i quali avevano un trascorso di esperienze negative in ambito medico e/o odontoiatrico. Anche la correlazione tra MDAS ed età e MDAS e la frequenza di visite dal dentista è risultata significativa (rispettivamente P=0,01 e P=0,02).
CONCLUSIONI: La selezione dei pazienti (chirurgia orale) è un possibile limite dello studio, che potrebbe non riflettere la prevalenza dell’ansia nella popolazione odontoiatrica generale; tuttavia i nostri risultati sono sovrapponibili a quelli di altri studi condotti in altre nazioni sulla popolazione generica e dimostrano l’affidabilità e la maneggevolezza del MDAS nella pratica odontoiatrica clinica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Facco E, Gumirato E, Humphris G, Stellini E, Bacci C, Sivolella S, et al. Modified Dental Anxiety Scale: validation of the Italian version. Minerva Stomatol 2015 December;64(6):295-307. 

Corresponding author e-mail

enrico.facco@unipd.it