Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2014 Settembre;63(9) > Minerva Stomatologica 2014 Settembre;63(9):315-24

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Minerva Stomatologica 2014 Settembre;63(9):315-24

 ARTICOLI ORIGINALI

L’influenza della particelle di allumina nella produzione di compositi biomimetici

Petrini M. 1, Ferrante M. 1, Trentini P. 1, Spoto G. 1, Su B. 2

1 Dental Materials Laboratory, Department of Medical, Oral and Biotechnological Sciences, University of Chieti, Chieti, Italy;
2 Biomaterials Engineering (bioMEG), University of Bristol, Bristol, UK

OBIETTIVO: Lo scopo del lavoro era di valutare l’influenza della dimensione e della forma del riempitivo nell’architettura finale del composito biomimetico prodotto attraverso la tecnica freeze casting.
METODI: Diversi campioni di ceramica infiltrati con resina, caratterizzati da un diverso rapporto di ossido di alluminio in polvere, RonaFlair White Sapphire - EMD Chemicals/Rona Gibbstown, USA (con morfologia simil piastrinica e dimensione media delle particelle <16 μm) e Almatis CT3000SG, Almatis, USA (con dimensione media delle particelle di 0,8 μm) sono stati prodotti. I campioni sono stati poi caratterizzati mediante microscopia elettronica a scansione (Phenom -World BV, Eindhoven, Olanda), e il microscopio ottico (Nikon Eclipse E600). Inoltre la percentuale di contrazione dopo il processo di sinterizzazione della ceramica è stato calcolato, a partire dalla misurazione dei diametri dei campioni mediante un calibro digitale (Mitutoyo USA, Aurora, IL, usa). Nel presente studio sono stati considerati quattro diversi gruppi: Gruppo 1 (10R): 10% RonaFlair - 90% Almitas; Gruppo 2 (20R): 20% RonaFlair - 80% Almitas; Gruppo 3 (40R): 40% RonaFlair - 60% Almitas; Gruppo 4 (60R): 60% RonaFlair - 40% Almitas.
RISULTATI: il microscopio ottico e le osservazioni al SEM hanno confermato che tutti i campioni sono stati caratterizzati da una struttura gerarchica biomimetica. Per quanto riguarda lo spessore medio delle lamelle misurata a 4 e 8 mm dalla piastra di raffreddamento, i campioni 10R sono stati caratterizzati da un elevato spessore di entrambi. Il parametro misurato infatti diminuisce con l’incremento della percentuale di RonaFlair. Al contrario la distanza tra lamelle (wavelength) è stata caratterizzata da un trend opposto. La misura dei diametri dei campioni dopo il processo di sinterizzazione mediante un calibro digitale ha mostrato che i campioni 10R e 20R sono stati caratterizzati da una contrazione costante in tutto il campione. Al contrario, i gruppi 40R e 60R sono risultati distorti; è stato infatti rilevato un diametro maggiore alla base di tutti i campioni. Essi, infatti, sono costituiti inferiormente da una maggiore quantità di particelle di riempitivo, sia Almatis che RonaFlair. Abbiamo supposto che la forza di gravità, durante il processo di freeze casting, tende a spingere verso il basso negli strati inferiori tutte le particelle più pesanti mentre quelle più leggere hanno occupato gli spazi tra le particelle più grandi. Di conseguenza negli strati superiori, essendoci una inferiore quantità di particelle, durante il processo di sinterizzazione sono andate incontro ad una maggiore contrazione. Questo fenomeno è risultato limitato nei campioni 10R e 20R poiché la percentuale di RonaFlair era talmente bassa da risultare non influente.
CONCLUSIONI: Questo studio ha dimostrato che i campioni composti da una percentuale maggiore di RonaFlair, sono caratterizzati da una distorsione superiore in seguito al processo di sinterizzazione; la causa di questo fenomeno potrebbe essere il diverso processo di sedimentazione che caratterizza particelle di peso e dimensioni diverse.

lingua: Italiano, Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina