Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2014 Maggio;63(5) > Minerva Stomatologica 2014 Maggio;63(5):179-88

ULTIMO FASCICOLOMINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2014 Maggio;63(5):179-88

lingua: Italiano, Inglese

Effetti della fluoroterapia sulle alterazioni orali determinate dalla dieta vegana

Zotti F. 1, 2, Laffranchi L. 2, Fontana P. 2, Dalessandri D. 2, 3, Bonetti S. 2

1 Department of Clinical and Biological Sciences, University of Turin, Turin, Italy;
2 Department of Medical and Surgical Specialties, Radiological Sciences and Public Health, Dental School, University of Brescia, Brescia, Italy;
3 Department of Medical Surgical and Health Sciences, School of Dentistry, University of Trieste, Trieste, Italy


PDF  ESTRATTI


OBIETTIVO: Lo scopo dello studio è stato quello di valutare gli effetti della fluoroterapia sulle alterazioni orali in soggetti che assumevano da un tempo prolungato (da almeno 1 anno e 6 mesi) una dieta vegana, ovvero in cui fossero completamente assenti carni e derivati animali.
METODI: In uno studio preliminare (t0) abbiamo analizzato un campione di 50 soggetti, tutti provenienti dal nord Italia, tra i 24 ed i 60 anni, 28 uomini ed 22 donne che avevano seguito la dieta vegana da un minimo di 1 anno e 6 mesi ad un massimo di 20 anni, confrontandolo con un gruppo controllo di 50 soggetti che seguivano la dieta mediterranea. Tutti i soggetti vegani presentavano alterazioni orali quali white spots, lesioni non visibili e diminuzione del pH salivare intorno a valori di 5-6. Abbiamo svolto un secondo studio (t1), dividendo in modo random il campione studio in due sottogruppi da 25 soggetti. Al primo sottogruppo (SG1) abbiamo prescritto una fluoroterapia per un anno di tempo: 1 somministrazione di fluoruro sodico giornaliera (Elmex fluoro gel®-1,25%) per un anno. Il secondo sottogruppo (SG2) non ha osservato alcun tipo di raccomandazione e non si è sottoposto all’assunzione di fluoro. Lo studi è terminato dopo un anno (t2). In t1 e t2 sono stati registrati i seguenti indici: il pH salivare, l’indice Decayed, Missing, Filled teeth, demineralizzazioni dello smalto, white spots e carie (mediante KaVo DIAGNOdent) con particolare attenzione alla localizzazione di queste lesioni, Indice di Placca e Indice Gengivale.
RISULTATI: Nel sottogruppo test SG1 le lesioni di grandi dimensioni risultavano rimpicciolite nel loro diametro, mentre le lesioni di entità minore erano scomparse, con un miglioramento statisticamente significativo rispetto al sottogruppo SG”. Tali risultati sono stati ottenuti pur persistendo le abitudini alimentari restrittive e con le stesse condizioni di igiene orale riscontrate al tempo T0. Il pH salivare non ha subito significative variazioni nei due sottogruppi.
CONCLUSIONI: L’applicazione topica giornaliera di un gel al 1,25% di fluoruro è una terapia efficace nel ridurre l’incidenza di white spot causate dalla dieta vegana.

inizio pagina