Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2013 Settembre;62(9) > Minerva Stomatologica 2013 Settembre;62(9):321-33

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Stomatologica 2013 Settembre;62(9):321-33

lingua: Italiano, Inglese

Trattamento di elementi dentari gravemente compromessi: criteri decisionali ed opzioni terapeutiche

Censi R. 1, De Micheli L. 1, Borgonovo A. E. 2, Vavassori V. 3, Re D. 3

1 Department of Periodontology and Implantology III, Istituto Stomatologico Italiano, Milan, Italy;
2 School of Oral Surgery, Department of Reconstructive and Diagnostic Surgical Sciences, University of Milan, Italy;
3 Department of Oral Rehabilitation, Istituto Stomatologico Italiano, Milan, Italy


PDF  


In questo lavoro, viene descritto il caso di un paziente che si è presentato alla nostra osservazione con grave malattia parodontale, aggravata dal coinvolgimento delle forcazioni a livello degli elementi dentari 16 e 17. In aggiunta, l’esame radiografico ha evidenziato la presenza di un profondo difetto infraosseo distale all’elemento 15. Dopo la risoluzione della componente endodontica del difetto dell’elemento 15, è stata effettuata la terapia chirurgica che ha previsto osteoplastica ed osteotomia a livello dell’elemento 16, rigenerazione tissutale guidata (GTR) su 15, estrazione di 17 e l’esecuzione di un innesto bi-laminare per la ricopertura della recessione presente sull’elemento 13. Il paziente viene poi visitato mensilmente e 9 mesi dopo la chirurgia, l’elemento 16 viene riabilitato con una corona metallo-ceramica definitiva. A 18 mesi, la situazione parodontale viene rivalutata e non vengono registrati sondaggi patologici (Profondità di sondaggio dell’elemento 15=2 mm).
Le tecniche chirurgiche, descritte nell’articolo, permettono la riabilitazione estetica e funzionale di denti parodontalmente compromessi. In particolare, la rizectomia e la rigenerazione tissutale guidata sono tecniche chirurgiche conservative che permettono il mantenimento degli elementi dentali compromossi e se eseguite correttamente, assicurano la sopravvivenza degli elementi dentari. Per questi motivi, quando risultano indicate, le tecniche di rizectomia e GTR rappresentano una valida alternativa all’implantologia e devono essere considerate come la prima opzione terapeutica all’interno di un piano di trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

virna.vavassori@hotmail.it