Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2013 June;62(6) > Minerva Stomatologica 2013 June;62(6):199-205

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2013 June;62(6):199-205

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Influenza delle diverse distanze di foto-attivazione sulla citotossicità di una resina modellante adesiva dentale

De Carvalho R. V. 1, Fernández M. R. 2, Poli-Frederico R. C. 1, Guiraldo R. D. 1, Lopes M. B. 1, Berger S. B. 1, Moura S. K. 1, Demarco F. F. 3

1 Department of Restorative Dentistry, School of Dentistry, University of North Parana, Londrina, PR, Brazil;
2 Department of Restorative Dentistry, School of Dentistry Pierre Fauchard, Autonomous University of Paraguay, Asuncion, Paraguay;
3 Department of Operative Dentistry, School of Dentistry, Federal University of Pelotas, RS, Brazil


PDF  


Obiettivo. Questo studio ha valutato la citotossicità di una resina modellante adesiva dentale (dental bonding model resin, DBMR) presentata a diverse distanze di foto-attivazione.
Metodi. Una miscela monomerica a base di Bis-GMA e HEMA è stata utilizzata per valutare la citotossicità in una linea cellulare di fibroblasti di topo. Per favorire diverse distanze di foto-attivazione, i vetrini sono stati interposti tra la superficie DBMR e la punta dell’unità fotopolimerizzatrice alogena (light curing unit, LCU). Successivamente, i campioni sono stati immersi nel mezzo di coltura RPMI per 24 ore per ottenere estratti. Gli estratti sono stati incubati a contatto con le cellule per 24 ore. Infine, un saggio colorimetrico MTT è stato utilizzato per valutare la citotossicità. I dati della vitalità cellulare (assorbanza) sono stati analizzati mediante ANOVA ad una via, seguito da test di Tukey (P<0.05).
Risultati. L’emissione luminosa si è ridotta secondo l’aumento del numero di vetrini tra la punta LCU e la superficie DBMR. Tuttavia, la distanza tra la punta del sistema di fotopolimerizzazione e i campioni ha avuto un’influenza significativa sulla citotossicità. Tutti gli estratti prodotti dai gruppi sottoposti a differenti distanze di foto-attivazione hanno dimostrato un effetto citotossico dopo 24 ore di incubazione.
Conclusioni. La distanza di fotoattivazione e l’interposizione di vetrini tra punta LCU e DBMR ha dimostrato di svolgere un ruolo importante sull’effetto citotossico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

rodrigo.varella@gmail.com