Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2012 October;61(10) > Minerva Stomatologica 2012 October;61(10):449-55

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2012 October;61(10):449-55

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Efficacia della clorexidina sulla placca dentale: una nuova metodica di profilassi

Lucchese A. 1, Gherlone E. 1, Storti E. 1, Roncati M. 2, Danesi M. V. 3, Hehsani S. 1, Sberna M. T. 1

1 Department of Dentistry, Vita Salute University, San Raffaele Hospital, Milan, Italy;
2 Private Practictioner, Ferrara, Italy;
3 School of Dental Hygiene, Ferrara, Italy


PDF  


Obiettivo. Una regolare igiene orale domiciliare in aggiunta alla rimozione della placca sottogengivale mediante un’igiene professionale, è generalmente molto efficace nel controllo delle malattie parodontali più diffuse. Lo scopo dello studio è quello di valutare l’efficacia nella rimozione di placca, di un nuovo strumento di igiene orale, adatto a qualsiasi tipo di popolazione, associandolo alla motivazione del paziente nelle fasi iniziali di una seduta di igiene professionale.
Metodi. La sperimentazione ha coinvolto un totale di 120 pazienti. Nelle fasi iniziali della seduta si sono registrati i valori relativi alle percentuali di indice di placca in tutti i 120 soggetti, previa applicazione dell’agente rilevatore di placca, contenente eritrosina in soluzione liquida. Successivamente, lo stesso operatore, ha utilizzato per circa due minuti una garza in TNT con un movimento a rullo in direzione apico-coronale, su tutti gli elementi dentali (Digital Brush, Mycerium, S.p.A., Avegno, Ge). Subito dopo è stato applicato nuovamente lo stesso rilevatore che ha permesso di valutare l’indice di placca, dopo l’utilizzo del Digital Brush. È stata poi effettuata un’analisi statistica.
Risultati: I risultati mostrano una diminuzione, statisticamente significativa, delle medie delle precentuali di indice di placca pre e post trattamento. I 120 pazienti partivano infatti con una media di indice di placca pari a 74,2 che successivamente all’uso del Digital Brush si è abbassata a 44,3.
Conclusioni. Questa ricerca ha evidenziato una metodica assai semplice, unitamente ad una altrettanta efficacia, per cui dovrebbe entrare nella normale routine dell’igiene orale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

enniostorti1@virgilio.it