Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2012 Maggio;61(5) > Minerva Stomatologica 2012 Maggio;61(5):205-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2012 Maggio;61(5):205-12

lingua: Inglese

Riscontri patologici in un campione di pazienti pediatrici messicani: un’indagine clinico-radiologica

Ledesma-Montes C. 1, Salcido-García J. F. 2, Hernández-Flores F. 3, Garcés-Ortíz M. 1

1 Laboratorio de Patologia Clinica, Division de Estudios de Posgrado e Investigacion, Facultad de Odontologia, UNAM, Mexico;
2 Clinica de Admision, Division de Estudios de Posgrado e Investigacion, Facultad de Odontologia, UNAM, Mexico;
3 Clinica de Cirugia Bucal y Maxilofacial, Division de Estudios de Posgrado e Investigacion, Facultad de Odontologia, UNAM, Mexico


PDF  


Obiettivo. Vengono presentati i risultati di un’indagine clinico-radiologica su 467 bambini, realizzata presso l’ambulatorio di diagnosi orale della Facoltà di Odontoiatria, UNAM, Messico.
Metodi. Tutti i pazienti sono stati esaminati clinicamente, è stata ottenuta la loro anamnesi ed è stata realizzata un’ortopantomografia a cura degli studenti dell’ultimo anno di odontoiatria. I pazienti e le radiografie sono quindi stati esaminati e tutte le alterazioni nei denti, nei tessuti molli e nelle ossa sono state registrate.
Risultati. Alterazioni cliniche e/o radiologiche sono state rilevate in 132 (28,26%) pazienti pediatrici. Le principali alterazioni erano dovute allo sviluppo (75%), mentre le restanti alterazioni erano di carattere infiammatorio/infettivo e traumatico (6,06% ciascuna). Le entità più comuni erano: sovrannumerari (30,77%), ipodontia (29,7%), lesioni osteosclerotiche e microdontia (4,4% ciascuna).
Conclusioni. I dati sulla frequenza delle alterazioni nella popolazione pediatrica presso il nostro istituto rafforzano l’importanza di questo tipo di studio per migliorare la qualità dei servizi stomatologici nella popolazione pediatrica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

cledezma@unam.mx