Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2011 Luglio-Agosto;60(7/8) > Minerva Stomatologica 2011 Luglio-Agosto;60(7/8):391-402

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Stomatologica 2011 Luglio-Agosto;60(7/8):391-402

lingua: Italiano, Inglese

Caratteristiche anatomiche e stato di salute del cavo orale in 5 pazienti adulti con sindrome di Wolf-Hirschhorn

Dellavia C. 1, Raiteri S. 2, Ottolina P. 2, Pregliasco F. 3

1 Department of Human Morphology and Biomedical Sciences “Città Studi”, Faculty of Medicine and Surgery, Università degli Studi di Milano, Milan, Italy;
2 Foundation Institute Sacra Famiglia Onlus, Cesano Boscone, Milan, Italy;
3 Department of Public Health, Microbiology and Virology, Università degli Studi di Milano, Foundation Institute Sacra Famiglia Onlus, Cesano Boscone, Milan, Italy


PDF  


La sindrome di Wolf-Hirschhorn (WHS) è una rara condizione genetica che si presenta con diabilità intellettiva severa, ritardo di crescita, ipotonia muscolare, crisi epilettiche, anomalie craniofacciali e difetti negli apparati cardiovascolare, genitale, urinario e digerente. Ad oggi vi sono poche informazioni sullo stato di salute orale dei pazienti affetti e questa sindrome resta ancora poco conosciuta tra i dentisti e i chirurghi maxillofacciali. Scopo di questa casistica clinica è stato quello di fornire dati sulle condizioni orali di cinque pazienti con WHS (3 donne e 2 uomini) di età compresa tra i 19 e i 41 anni. Tutti i pazienti erano residenti in un Istituto provvisto di un servizio odontoiatrico interno attivo dal 1998 dove erano sottoposti a regolari visite della salute orale e a sedute di mantenimento dell’igiene dentale. Nei soggetti esaminati non sono state riscontrate né agenesie dentali né anomalie di forma o dimensioni dei denti eccetto in un giovane uomo che mostrava numerosi denti conoidi. All’inizio del trattamento, tutti i pazienti presentavano scarse condizioni di salute dentale e parodontale con segni gengivali e ricorrenti infiammazioni della mucosa orale. Dopo motivazione dei loro accompagnatori/tutori, i parametri dentali e parodontali sono stati registrati durante visite periodiche del cavo orale che hanno rivelato una significativa riduzione dell’indice gengivale nel tempo. Questi dati potrebbero guidare i dentisti ad utilizzare modalità terapeutiche appropriate per migliorare le condizioni di salute orale di questi soggetti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

claudia.dellavia@unimi.it