Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2011 Giugno;60(6) > Minerva Stomatologica 2011 Giugno;60(6):311-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2011 Giugno;60(6):311-9

lingua: Inglese

Resistenza alla flessione biassiale delle ceramiche CAD/CAM

Buso L. 1, Oliveira-Júnior O. B. 2, Hiroshi Fujiy F. 3, Leão Lombardo G. H. 1, Ramalho Sarmento H. 4, Campos F. 1, Assunção Souza R. O. 5

1 Prosthodontics, São Jose dos Campos, Dental School, São Paulo State University, São José dos Campos, Brazil;
2 Department of Restorative Dentistry, São Paulo State University, Araraquara Dental School (UNESP), Araraquara, Brazil;
3 Prosthodontics, São Leopoldo Mandic Dental School, Campinas, São Paulo, Brazil;
4 Prosthodontics, Federal University of Pelotas (UFPel), Rio Grande do Sul, Brazil;
5 Prosthodontics, Department of Restorative Dentistry, Division of Prosthodontics, Federal University of Paraíba (UFPB), João Pessoa, Brazil


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo dello studio è stato quello di valutare la resistenza alla flessione biassiale di ceramiche trattate con il sistema Cerec in Lab. L’ipotesi è che la resistenza alla flessione sia influenzata dal tipo di ceramica.
Metodi. Sono stati realizzati 10 campioni (ISO 6872) di ciascuna ceramica (N.=50/N.=10) utilizzando Cerec inLab (software Cerec 3D) (Ø:15 mm, spessore: 1,2 mm). Sono state testate tre ceramiche a base di silicato (Vita Mark II [VM], ProCad [PC] ed e-max CAD ECAD]) e due ceramiche policristalline composte da particelle tetragonali ZrO2 stabilizzate con ittrio (Y-TZP) (e-max ZirCad [ZrCAD] e Vita In-Ceram 2000 YZ Cubes [VYZ]). I campioni sono stati rifiniti con carta bagnata al carburo di silicio, grana fino a 1 200, e puliti in un apparecchio pulente con pasta diamantata (3 µm). I campioni sono stati quindi sottoposti a un test di resistenza alla flessione biassiale in un apparecchio universale per test (EMIC), 1 mm/min. I dati (MPa) sono stati analizzati utilizzando i test di Kruskal-Wallis e Dunn (5%). La microscopia elettronica a scansione (SEM) è stata eseguita su un campione rappresentativo di ogni gruppo.
Risultati. I valori (mediana, media±ds) ottenuti per i gruppi sperimentali sono stati: VM (101,7, 102,1±13,65 MPa), PC (165,2, 160±34,7 MPa), ECAD (437,2, 416,1±50.1 MPa), ZrCAD (804,2, 800,8±64,47 MPa) e VYZ (792,7, 807±100,7 MPa). Il tipo di ceramica ha influenzato i valori di resistenza alla flessione (P=0,0001). Le ceramiche ECADa, e-max ZrCADa e VYZa hanno presentato valori di resistenza alla flessione simili, i quali erano significativamente più elevati rispetto agli altri gruppi (PCb e VM IIb) e statisticamente simili tra di loro (test di Dunn). L’ipotesi è stata accettata.
Conclusioni. Grazie ai loro elevati valori di resistenza alla flessione, le ceramiche policristalline (Y-TZP) dovrebbero essere il materiale scelto per la realizzazione di FDP.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

roasouza@yahoo.com.br