Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2011 January-February;60(1-2) > Minerva Stomatologica 2011 January-February;60(1-2):15-23

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2011 January-February;60(1-2):15-23

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Valutazione del complesso dentina-polpa dopo preparazione della cavità con punta di diamante ad ultrasuoni

Monti Lima L. 1, Baffi Diniz M. 1, Aparecida Seccani Galassi M. 2, Toledo De Oliveira Ramalho L. 3, Dos Santos-Pinto L. 1

1 Department of Pediatric Dentistry, Dental School of Araraquara, São Paulo State University (UNESP), Araraquara, SP, Brazil; 2 Dental School, Educational Foundation of Barretos (FEB), Barretos, SP, Brazil; 3 Department of Morphology, Dental School of Araraquara, São Paulo State University (UNESP), Araraquara, SP, Brazil


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo di questo articolo era di confrontare la risposta del complesso dentina-polpa alla preparazione della cavità di denti umani utilizzando la deposizione chimica da fase vapore (CVD) indotta da ultrasuoni con la punta di diamante e la fresa diamantata ad elevata velocità.
Metodi. Cavità buccali di classe V sono state preparate in maniera random in 40 denti premolari di 14 pazienti di età compresa tra 11 e 15 anni. Il tempo di taglio è stato registrato e le cavità avevano le pareti assiali protette con gutta-perca e sono state riempite con cemento vetro ionomero. I denti sono stati estratti ad intervelli di 0, 5, 10 e 20 giorni, sono stati decalcificati, sezionati e colorati con Ematossilina & Eosina, la colorazione tricromica di Masson, e la metodica di Brown & Brenn. La risposta infiammatoria e la disorganizzazione cellulare sono state valutate in modo cieco da due esaminatori. Lo spessore della rimanente dentina (RDT) è stata misurata secondo una scala lineare utilizzando un programma computerizzato. L’analisi statistica con one-way ANOVA non ha riportato differenze statisticamente significative (P≤0,05) tra le cavità preparate con entrambi gli strumenti, con un RDT medio di 1132,50 mm. Il tempo di taglio e le risposte del complesso polpa-dentina sono state analizzate dal punto di vista statistico con i tests di Kruskal-Wallis e Dunn (P≤0,05).
Risultati. La CVD indotta da ultrasuoni con la punta di diamante ha impiegato un tempo 5 volte superiore per preparare le cavità; non vi erano risposte infiammatorie tipiche della polpa nelle cavità preparate con entrambi gli strumenti di taglio, essendoci soltanto una lieve-moderata disorganizzazione cellulare.
Conclusioni. Pur impiegando un tempo maggiore a tagliare il substrato dentario, la CVD indotta da ultrasuoni con la punta di diamante ha prodotto una risposta pulpare simile a quella della fresa diamantata ad elevata.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

lulima@yahoo.com