Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2010 December;59(12) > Minerva Stomatologica 2010 November-December;59(11-12):625-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2010 November-December;59(11-12):625-32

lingua: Italiano

Influenza del ritrattamento ortogrado in chirurgia endodontica

Taschieri S., Machtou P., Rosano G., Weinstein T., Del Fabbro M.

Department of Health Technologies, University of Milan, Milan, Italy


PDF  


Obiettivo. Valutare attraverso un studio retrospettivo a quattro anni come il risultato della chirurgia apicale endodontica sia influenzato da un precedente ritrattamento ortogrado.
Metodi. Il campione era costituito da 81 pazienti, per un totale di 118 denti devitalizzati e successivamente soggetti ad una chirurgia apicale. Il campione è stato diviso in tre gruppi. Del gruppo OA hanno fatto parte i denti per i quali era possibile effettuare un ritrattamento ortogrado e lo si è effettivamente realizzato. Dopo 4,8±3,5 mesi è stata però necessaria una chirurgia endodontica, a causa del persistere di segni clinici e radiologici. Nel gruppo OF sono stati inseriti i casi in cui il ritrattamento era un’opzione perseguibile ma, d’accordo con il paziente, si è comunque proceduto in prima battuta alla chirurgia apicale. I denti non ritrattabili per via ortograda ma solo con chirurgia apicale sono stati inseriti nel terzo e ultimo gruppo, ONF. L’esito delle terapie eseguite è stato valutato quattro anni dopo la chirurgia secondo criteri clinici e radiologici.
Risultati. Del campione originario è stato possibile esaminare a quattro anni 76 pazienti per un totale di 112 denti. Nel gruppo ONF il trattamento di cinque elementi mascellari anteriori, in tre pazienti di sesso femminile, è fallito. Nel gruppo OF il fallimento è stato riscontrato in tre denti (tre pazienti). Non si è registrato alcun fallimento nel gruppo OA. Tre elementi in tre pazienti sono stati valutati come guarigione incerta in ciascun gruppo. I risultati del gruppo OA si sono rivelati essere significativamente migliori sia secondo un’analisi basata sul singolo elemento dentale sia secondo un’analisi dove il paziente era l’unità di riferimento. Non sono state riscontrate differenze significative relativamente alla sede anatomica, al tipo di dente, alla presenza di perni endocanalari. ll sesso del paziente si è rivelato essere un fattore significativo sul risultato del trattamento (P=0,04). Sembra inoltre che all’aumentare dell’età del paziente aumentino anche i fallimenti, come indicato dal coefficiente di correlazione di Pearson (-0,09).
Conclusioni. Il ritrattamento ortogrado prima di effettuare la chirurgia apicale non è da considerarsi un overtreatment ma può essere una valida alternativa all’avulsione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

massimo.delfabbro@unimi.it