Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2010 October;59(10) > Minerva Stomatologica 2010 October;59(10):519-33

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2010 October;59(10):519-33

lingua: Inglese, Italiano

Cambiamenti nella morfologia condilare e mandibolare nell’artrite idiopatica giovanile: ricostruzione volumetrica mediante Tomo-grafia Computerizzata Cone Beam

Farronato G., Garagiola U., Carletti V., Cressoni P., Mercatali L., Farronato D.

1 Department of Orthodontics and Gnatology, School of Dentistry, Dental Hygiene School, University of Milan, Milan, Italy
2 Department of Orthodonticsand Oral Surgery, Dental and Stomatologic Clinic, School of Dentistry, University of Milan
Milan, Italy


PDF  


Obiettivo. Lo scopo di questo studio è quello di mostrare l’importanza della tomografia computerizzata cone beam (Cone Beam Computerized Tomography, CBCT) nel quantificare volumetricamente i danni alla articolazione temporomandibolare in pazienti con artrite idiopatica giovanile (AIG), misurando i volumi reali condilari e mandibolari.
Metodi. Trentaquattro bambini affetti da AIG con il coinvolgimento temporomandibolare sono stati osservati mediante la CBTC. Quattro sono stati esclusi a causa di parecchio rumore nelle immagini. La mandibola è stata isolata dalle altre strutture cranio-facciali. Il volume dell’intera mandibola e i volumi delle sue componenti (condilo, ramo, emicorpo, emisinfisi) sia sul lato destro e sul lato sinistro sono stati calcolati da una tecnica di rendering volumetrica 3D.
Risultati. I risultati mostrano una differenza statistica altamente significativa tra i valori volumetrici del lato colpito rispetto ai valori volumetrici del lato normale soprattutto in corrispondenza della regione del condilo (P>0,01), mentre non mostrano alcuna differenza statistica tra lato destro rispetto al lato sinistro.
Conclusioni. La CBCT rappresenta un enorme miglioramento nella comprensione dei cambiamenti morfologici condilari e mandibolari persino nelle prime fasi dell’AIG. L’AIG può provocare nei bambini un danno alle articolazioni temporomandibolari con alterazioni dello sviluppo e crescita facciale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

giampietro.farronato@unimi.it