Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2010 March;59(3) > Minerva Stomatologica 2010 March;59(3):143-

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Stomatologica 2010 March;59(3):143-

lingua: Inglese

Fibromatosi gengivale idiopatica: caratteristiche cliniche e valutazione immunoistochimica dei miofibroblasti

Martelli H. Jr. 1, Santos S. M. C. 1, Guimarães A. L. S. 1, Paranaíba L. M. R. 2, Laranjeira A. L. 1, Coletta R. D. 2, Bonan P. R. F. 1

1 Stomatology Clinic, Dental School, State University of Monte Claros, Monte Claros, Minas Geiras, Brazil;
2 Department of Oral Diagnosis, Dental School, State University of Campinas, Piracicaba, Sao Paulo, Brazil


PDF  


La fibromatosi gengivale è un ingrossamento localizzato o generalizzato del tessuto gengivale caratterizzato da un’espansione ed un accumulo del tessuto connettivo, prevalentemente costituito da collagene di tipo I, con presenza occasionale di un aumentato numero di cellule, possibilmente dovuto a proliferazione dei fibroblasti. La fibromatosi gengivale può essere indotta come effetto collaterale da farmaci sistemici, quali fenitoina, ciclosporina e nifedipina oppure può essere associata a fattori ereditari. Comunque, in alcuni casi, l’eccessiva crescita gengivale è idiopatica. Questo articolo riporta due casi di fibromatosi gengivale idiopatica (IGF, idiopathic gingival fibromatosis) e discute la diagnosi, le caratteristiche istopatologiche, i trattamenti e la valutazione immunoistochimica dei miofibroblasti di questa condizione patologica. I tessuti rimossi sono stati fissati in formalina e le sezioni sono state sottoposte a colorazione ematossilina/eosina e tricromica di Masson. Per determinare la presenza dei miofibroblasti, abbiamo eseguito un’analisi immunoistochimica per la ricerca della proteina a-SMA. L’esame istologico ha rivelato iperplasia epiteliale ed un incremento del tessuto connettivo fibroso denso. La colorazione tricromica di Masson ha rivelato larghi fasci di collagene fortemente colorati. E stato dimostrato la negatività alla marcatura per la proteina a-SMA. Questi risultati suggeriscono fortemente che i miofibroblasti non sono implicati nella crescita eccessiva del tessuto gengivale nei casi di IGF riportati. Saranno necessari studi futuri per determinare la patogenesi della fibromatosi gengivale idiopatica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

liviaparanaib@gmail.com