Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2010 Marzo;59(3) > Minerva Stomatologica 2010 Marzo;59(3):103-15

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2010 Marzo;59(3):103-15

lingua: Inglese, Italiano

Effetto di biomateriali a base di idrossiapatite sul fenotipo di osteoblasti umani

Trombelli L. 1, Penolazzi L. 2, Torreggiani E. 2, Farina R. 1, Lambertini E. 2, Vecchiatini R. 2, Piva R. 2

1 Medico-Surgical Disciplines of Communication and Behaviour Department, Research Centre for the Study of Periodontal Diseases
University of Ferrara, Ferrara, Italy;
2 Department of Biochemistry and Molecular Biology, University of Ferrara, Ferrara, Italy


PDF  


Il presente studio ha valutato il comportamento di osteoblasti umani primari e di due linee cellulari di osteosarcoma umano in presenza di diversi biomateriali a base di idrossiapatite (HA) (SINTlife™ - Pinna-CERAMICA S.p.a., Faenza, Italia; Bio-Oss™, Geistlich Biomaterials, Woulhusen, Svizzera; Biostite™ - GABA Vebas, San Giuliano Milanese, MI, Italia) concentrando l’attenzione sull’effetto di HA/Biostite™ in termini di modulazione del differenziamento delle cellule in senso osteoblastico. L’analisi è stata rivolta ad analizzare le caratteristiche di adesione, proliferazione e mineralizzazione dei diversi tipi cellulari. Come marcatori del differenziamento in senso osteoblastico sono stati stati presi in considerazione i livelli di espressione del fattore di trascrizione Runx-2, del recettore per l’estrogeno ER-alpha e l’attività dell’enzima fosfatasi alcalina (ALP). La vitalità delle cellule, valutata mediante il metodo MTT, è stata monitorata nel corso degli esperimenti eseguiti in presenza dei diversi biomateriali. E’ stata inoltre eseguita sui diversi tipi di biomateriali l’analisi al microscopio a scansione elettronica (SEM) allo scopo di valutare la quantità delle cellule aderenti. Morfologia e vitalità cellulare non sono state influenzate negativamente da nessuno dei biomateriali esaminati. In particolare, è stato rilevato un incremento in termini di adesione, crescita e differenziamento per le cellule cresciute in presenza di HA/Biostite™, paragonabile a quello osservato per le cellule delle linee di osteosarcoma. Questi risultati hanno importanti implicazioni nell’ambito della medicina rigenerativa, considerando le prospettive di impianto in vivo di scaffold a base di idrossiapatite e il loro impiego per la sostituzione dei tessuti e le strutture di sostegno degli elementi dentari.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

address: piv@unife.it