Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2009 October;58(10) > Minerva Stomatologica 2009 October;58(10):471-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2009 October;58(10):471-8

lingua: Inglese, Italiano

Artrocentesi per l’articolazione temporo-mandibolare con singolo ago e iniezioni di acido ialuronico. Dati preliminari dopo un protocollo di cinque iniezioni

Manfredini D., Guarda-Nardini L., Ferronato G.

TMD Clinic, Department of Maxillofacial Surgery, University of Padua, Padua, Italy


PDF  


Obiettivo. La tradizionale tecnica di artrocentesi per l’articolazione temporo-mandibolare (ATM) prevede un doppio accesso nello spazio articolare che può determinare un postoperatorio sgradevole per il paziente. Al fine di ottenere una minor invasività, è stato descritto recentemente un approccio con singolo ago, e il presente lavoro riporta i risultati sull’efficacia di tale tecnica in una serie di pazienti affetti da osteoartrite dell’ATM trattati con artrocentesi e iniezioni di acido ialuronico secondo la metodica a singolo ago.
Metodi. Quattordici pazienti consecutivi con diagnosi di osteoartite dell’ATM secondo i Research Diagnostic Criteria for Temporomadibular Disorders (RDC/TMD) sono stati trattati con un ciclo di cinque iniezioni settimanali di acido ialuronico dopo artrocentesi. Prima e dopo il trattamento sono stati registrati una serie di parametri che comprendevano sia valutazioni soggettive (dolore a riposo e alla masticazione, capacità masticatoria, limitazione funzionale, soggettiva efficacia del trattamento, tollerabilità al trattamento) che oggettive (massima apertura assistita e non, movimenti di protrusiva e lateralità).
Risultati. Alla fine del protocollo di cinque iniezioni si sono registrati incrementi significativi di quasi tutte le variabili soggettive. La tollerabilità del trattamento è stata buona sin dalla prima seduta.
Conclusioni. Il presente lavoro ci suggerisce che la tecnica di artrocentesi ad ago singolo, combinata con iniezioni di acido ialuronico in articolazioni temporomandibolari osteartritiche può essere considerata un’applicazione promettente nella pratica clinica, sebbene tali dati preliminari debbano essere confermati da futuri studi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

daniele.manfredini@tin.it