Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2009 Ottobre;58(10) > Minerva Stomatologica 2009 Ottobre;58(10):459-70

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2009 Ottobre;58(10):459-70

lingua: Inglese, Italiano

Ponti su intarsi in composito e fibra: confronto tra diversi materiali e differenti forme di preparazione mediante uno studio agli elementi finiti

Rappelli G. 1, Scalise L. 2, Coccia E. 3, Procaccini M. 4

1 Department of Prosthodontics School of Dentistry, University Polytechnic of Marche, Ancona, Italy;
2 Department of Mechanics Faculty of Engineering, University Polytechnic of Marche, Ancona, Italy;
3 Department of Prosthodontics School of Dentistry, University Polytechnic of Marche, Ancona, Italy;
4 Professor and Chairman, School of Dentistry,University Polytechnic of Marche, Ancona, Italy


PDF  


Obiettivo. Il composito rinforzato con fibre può essere utilizzato con successo per la realizzazione di ponti su intarsi. L’obiettivo di questo studio è stato quello di analizzare la distribuzione tridimensionale degli stress in un ponte su intarsi in composito e fibre di 3 elementi mediante un’analisi agli elementi finiti comparando tre differenti tipi di fibre e tre diverse forme di preparazione dentale.
Metodi. Un modello agli elementi finiti di un ponte di 3 elementi è stato utilizzato per valutare la distribuzione degli stress in tre diversi sistemi di composito rinforzato con fibre (Ribbond Triaxial e Sinfony; EverStick e Sinfony; Vectris Pontic/Frame e Sinfony) e in tre differenti forme di preparazione (preparazione minimale disto-occlusale e mesio-occlusale; preparazione più invasiva disto-occlusale e mesio-occlusale; su entrambi gli elementi pilastro di ponte vengono realizzate delle preparazioni mesio-occluso-distali). Una forza massima di 196 N è stata applicata al centro della superficie occlusale e al centro della superficie vestibolare dell’elemento intermedio di ponte. La distribuzione degli stress è stata calcolata nel complesso dente/restauro e nei denti pilastro.
Risultati. Quando viene applicato un carico verticale al centro della superficie occlusale dell’elemento intermedio, la distribuzione degli stress a livello dei connettori è simile. Quando viene applicato un carico laterale al centro della superficie vestibolare dell’elemento intermedio, la distribuzione degli stress a livello del connettore premolare è maggiore rispetto al connettore molare. In tutte le forme di preparazione analizzate, si ha un maggior accumulo degli stress sui margini cervicali dei boxes interprossimali all’elemento intermedio di ponte; sui boxes occlusali dei denti pilastro la distribuzione degli stress è minima ed uniforme.
Conclusioni. Nonostante i limiti di questo studio, i risultati ottenuti suggeriscono che, indipendentemente dal tipo di fibra utilizzato, la distribuzione degli stress è simile in tutti e tre i sistemi analizzati. Gli stress si concentrano soprattutto a livello dei connettori e sui margini cervicali dei boxes interprossimali adiacenti all’elemento intermedio di ponte.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

g.rappelli@univpm.it