Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2009 September;58(9) > Minerva Stomatologica 2009 September;58(9):445-52

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Stomatologica 2009 September;58(9):445-52

lingua: Inglese

Nuove prospettive nell’approccio medico alla terapia del carcinoma a cellule squamose del distretto capo-collo

Santarelli A. 1,2, Lo Russo L. 1, Bambini F. 2, Campisi G. 3, Lo Muzio L. 1

1 Department of Surgical Sciences, University of Foggia, Foggia, Italy;
2 Department of Specialistic and Odontostomatological Sciences, Polytechnic University of Marche, Ancona, Italy;
3 Department of Stomatological Sciences, “G. Messina”, University of Palermo, Palermo, Italy


PDF  


Il carcinoma del distretto capo-collo è l’ottava causa più frequente di morte per cancro nel mondo. La sua incidenza varia enormemente nelle diverse parti del pianeta. Nel Nord America e nell’Unione Europea, il carcinoma del distretto capo-collo rende conto del 3-4% di tutte le diagnosi di cancro. Al contrario, nel Sud Est Asiatico e in Africa, il cancro del distretto capo-collo rappresenta circa l’8-10% di tutte le neoplasie maligne. Sebbene l’incidenza dei carcinomi del distretto capo-collo si sia leggermente ridotta dal 1975 al 2002 negli Stati Uniti, circa 46 000 nuovi casi sono tuttavia attesi nel solo 2007. Sebbene la chirurgia e la radioterapia sono rimaste la terapia cardine del carcinoma a cellule squamose del distretto capo-collo (HNSCC). La radioterapia dopo intervento chirurgico rappresentava l’approccio standard nel trattamento della malattia resecabile loco-regionalmente avanzata (LA-HNSCC). Tuttavia, alcune recenti studi hanno evidenziato il ruolo in espansione della chemioterapia, che viene sempre più inclusa nei protocolli di trattamenti di HNSCC. La concomitante radio-chemioterapia ha dimostrato apportare dei vantaggi in trial randomizzati; inoltre, la chemioterapia viene utilizzata come trattamento palliativo nei pazienti affetti da malattia metastatica. Con il miglioramento delle nostre conoscenze riguardanti i meccanismi molecolari e cellulari coinvolti nello sviluppo della malattia neoplastica, è aumentata la possibilità di identificare potenziali bersagli per la terapia biologica e di applicare nuove strategie nello studio preclinico e nel trattamento clinico dei carcinomi del distretto capo-collo. Gli autori discutono le attuali linee di ricerca, in particolare studi clinici che valutano terapie basate su anticorpi specifici e strategie di sostituzione genica nel trattamento del carcinoma del distretto capo-collo

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

lomuziol@tin.it