Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2009 July-August;58(7-8) > Minerva Stomatologica 2009 July-August;58(7-8):375-81

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Stomatologica 2009 July-August;58(7-8):375-81

lingua: Inglese, Italiano

Modificazioni dei tessuti parodontali associate alla sindrome di Williams: un caso clinico

Canargiu F. 1, Erriu M. 1, Piras A. 2, Dibart S. N. 3

1 Department of Periodontology University of Cagliari
2 Department of Periodontology University La Bicocca, Milano
3 Periodontology and Oral Biology Boston University Goldman School of Dental Medicine, Boston, MA, USA


PDF  


La sindrome di Williams, chiamata anche sindrome di Williams-Beuren, è un raro disordine descritto per la prima volta nei primi anni Sessanta. Tale disordine multisistemico, congenito e panetnico è caratterizzato da diverse anomalie fisiche di sviluppo tra cui lo sviluppo di un grave aumento di volume gengivale. Lo scopo di questo lavoro è presentare l’applicazione di un protocollo di trattamento parodontale mirato alla riabilitazione funzionale dei settori orali colpiti da tale aumento di volume gengivale. Un ragazzo di 19 anni, affetto da sindrome di Williams, è stato esaminato presso il Dipartimento di Chirurgia e Scienze Odontostomatologiche dell’Università degli Studi di Cagliari. In seguito alla prima visita è stata individuato un marcato aumento di volume gengivale tale da ritenere necessario sottoporlo a trattamento parodontale. In questo lavoro verrà quindi presentata la sindrome evidenziando in particolare le manifestazioni parodontali correlate e il loro trattamento. Il trattamento parodontale applicato è consistito in una terapia chirurgica a lembo utilizzata per ottenere un allungamento delle corone degli elementi posteriori quasi completamente ricoperti dalla gengiva. Alla rivalutazione del paziente dopo due mesi dall’intervento è stato possibile evidenziare un miglioramento di tutti i parametri clinici registrati in prima visita con una marcata riduzione dell’eccesso di tessuto gengivale precedentemente presente. La sindrome di Williams è un’importante patologia che, per le sue ripercussioni a livello parodontale, deve essere ben conosciuta dal parodontologo. In seguito alla terapia chirurgica sono sempre raccomandati al clinico controlli periodici per identificare ogni possibile recidiva o complicanza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail