Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2009 Maggio;58(5) > Minerva Stomatologica 2009 Maggio;58(5):217-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2009 Maggio;58(5):217-24

lingua: Inglese, Italiano

Capacità sigillante di un nuovo sistema di otturazione canalare con carrier

Testarelli L. 1, Milana V. 1, Rizzo F. 1, Gagliani M. 2, Gambarini G. 1

1 Department of Dental Sciences La Sapienza University, Rome, Italy
2 Department of Dental Sciences University of Milan, Milan, Italy


PDF  


Obiettivo. Lo scopo del presente studio è stato quello di valutare la capacità di sigillo in vitro di un nuovo materiale da otturazione (RealSeal 1, SybronEndo, Orange, CA, USA) e di confrontarla con quella del sistema Thermafil (Dentsply Maillefer, Baillargues, Svizzera) e del sistema One-Step (CMS Dental, Copenhagen, Danimarca).
Metodi. Sono stati selezionati 44 premolari inferiori appena estratti e sottoposti a terapia endodontica utilizzando strumenti rotanti in Nichel-Titanio secondo la tecnica crown-down. I denti sono stati randomizzati in tre gruppi (N.=14): 1) gruppo Thermafil; 2) gruppo One-Step; 3) gruppo RealSeal1 (RS1). I rimanenti due denti sono stati utilizzati come controllo. È stato impiegato un sistema di valutazione della filtrazione dei fluidi al fine di misurare in termini quantitativi la microinfiltrazione. L’analisi statistica è stata elaborata tramite l’ANOVA test e la significatività è stata fissata al 95%.
Risultati. I dati dimostrano che lo RS1 ha fornito i migliori risultati, mostrando i più bassi livelli di infiltrazione dopo 24 h. L’analisi statistica ha mostrato una significativa differenza tra lo RS1, il Thermafil e il One-Step, mentre non sono state riscontrate differenze sostanziali tra questi ultimi due gruppi. I risultati mostrano che il numero dei denti che ha avuto infiltrazione pari a zero è stato maggiore nel gruppo RS1 (8 campioni), rispetto agli altri due (1 ed 1, rispettivamente).
Conclusioni. Nelle condizioni sperimentali del presente test il nuovo materiale RS1 ha mostrato eccellenti risultati preliminari mostrando una capacità di sigillo a 24 h significativamente migliore rispetto ai tradizionali sistemi carrier-guttaperca.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail