Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2009 March;58(3) > Minerva Stomatologica 2009 March;58(3):107-113

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Stomatologica 2009 March;58(3):107-113

lingua: Inglese, Italiano

Difficoltà diagnostiche in un raro caso di lipoma del pavimento della bocca

Mortellaro C., Dall’Oca S., Greco Lucchina A., Palumbo R. R., Longobardi A., Romeo A., Marenzi G., Sammartino G.

1 Department of Medical Science Faculty of Medicine University of Eastern Piedmont, Novara, Italy
2 Department of Oral Surgery Regina Margherita Pediatric Hospital, Turin, Italy
3 Hospital Dentist Ospedale Maggiore della Carità Dental Clinic University of Eastern Piedmont, Novara, Italy
4 Private Practitioner, Italy
5 Department of Science of Dentistry and Maxillo-Facial Surgery, Faculty of Medicine, University of Naples “Federico II”, Naples, Italy
6 Department of Systemic Pathology Division of Dermatology Venereology and Anatomopathology Faculty of Medicine University of Naples“Federico II”, Naples, Italy
7 Department of Radiology Faculty of Medicine University of Naples “Federico II”, Naples, Italy


PDF  


I lipomi sono neoformazioni di origine mesenchimale dei tessuti molli che si manifestano raramente nella regione orale e maxillo-facciale. La loro incidenza nel pavimento della bocca è molto bassa. In questo studio viene presentato un caso di lipoma del pavimento orale la cui diagnosi è stata impegnativa in quanto molti segni clinici indirizzavano verso una diagnosi di comune ranula. Anche i risultati ecografici non sono stati decisivi e soltanto in fase intra-operatoria il colorito giallognolo e l’aspetto solido e lobulato della neoformazione hanno indirizzato il chirurgo ad un trattamento realmente idoneo: è stata effettuata l’enucleazione della massa in anestesia locale e non si sono verificate complicazioni. Il paziente è rimasto asintomatico e nessuna evidenza di recidiva si è manifestata nei 24 mesi successivi all’intervento. Sotto l’aspetto istopatologico, la lesione è stata classificata come lipoma, in base alla presenza di tessuto adiposo maturo senza segni di atipia, suddiviso da rari e sottili setti di tessuto fibroso e presenza di pochi vasi sanguigni. Il caso riportato evidenzia le difficoltà diagnostiche che possono presentare le lesioni del pavimento della bocca e la necessità di includere condizioni rare come il lipoma nella diagnosi differenziale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail