Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2008 June;57(6) > Minerva Stomatologica 2008 June;57(6):285-94

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2008 June;57(6):285-94

lingua: Inglese, Italiano

Morbidità della scialografia digitale mediante utilizzo di un mezzo di contrasto dimerico non ionico

Salerno S. 1, Lo Casto A. 1, Romano I. 1, Cannizzaro F. 1, Speciale R. 2, Midiri M. 1

1 Radiology Unit, Department of Medical Biotechnologies and Legal Medicine Policlinic Hospital University of Palermo, Palermo, Italy
2 Department of Otorinolaringology Policlinic Hospital University of Palermo, Palermo, Italy


PDF  


Obiettivo. La scialografia è una metodica a bassa invasività, effettuata mediante cannulazione del sistema duttale delle ghiandole salivari maggiori. Scopo del presente lavoro è stato valutare la morbidità della procedura impiegando un mezzo di contrasto dimerico non ionico.
Metodi. L’indagine è stata condotta mediante questionario proposto a 90 pazienti sottoposti a scialografia sottomandibolare o parotidea, al fine di valutare sintomi quali: dolore, gonfiore, alterazioni del gusto ed eventuale impedimento a svolgere le consuete attività giornaliere. L’intensità del dolore e del gonfiore è stata valutata mediante la visual analog scale (VAS).
Risultati. Cinquantadue/90 questionari sono stati restituiti compilati. Trenta/52 pazienti sono stati sottoposti a scialografia sottomandibolare e 22/52 pazienti a scialografia parotidea. Ventotto/52 pazienti hanno riferito dolore durante la scialografia con un punteggio medio di 2,4 secondo la scala VAS. Dolore dopo la scialografia è stato riferito da 17/52 pazienti con un punteggio medio di 1,3 secondo la scala VAS. Il gonfiore è stato segnalato da 25/52 pazienti con un punteggio medio di 2,4 (scala VAS). Quarantotto/52 pazienti sono immediatamente tornati alle loro consuete attività giornaliere; 8/52 hanno riferito alterazioni del gusto.
Conclusioni. I sintomi principali relativi alla scialografia sottomandibolare e parotidea sono dolore e gonfiore, che si risolvono spontaneamente dopo 24-48 ore. L’analisi statistica ha evidenziato che nei pazienti sottoposti a scialografia sottomandibolare, l’insorgenza di dolore durante la procedura è correlato in modo significativo all’incremento del dolore dopo la procedura. Nei pazienti, che riferiscono dolore severo durante la scialografia è opportuno raccomandare l’assunzione di farmaci antinfiammatori per il controllo della sintomatologia algica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail