Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2007 November-December;56(11-12) > Minerva Stomatologica 2007 November-December;56(11-12):649-53

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Stomatologica 2007 November-December;56(11-12):649-53

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Nevo spongioso bianco. Descrizione di un caso clinico

Maahs M., Cherubini K., Yurgel L., Salum F., Figueiredo M. A.

Division of Stomatology and Prevention of Oral and Maxillofacial Cancer Hospital São Lucas, Pontifical Catholic University of Rio Grande do Sul, Porto Alegre, Brazil


PDF  


Il nevo spongioso bianco è un raro disturbo ereditario autosomico dominante che si evidenzia all’esame obiettivo sotto forma di placche bianche simmetriche, diffuse, ispessite, corrugate o vellutate che compaiono sulla mucosa orale, esofagea o genitale. Esse possono anche essere bilaterali e asintomatiche. Le modificazioni tessutali possono essere presenti alla nascita o manifestarsi durante l’infanzia o l’adolescenza e questo tipo di nevo è più frequente nei soggetti di sesso femminile rispetto a quello maschile. È una condizione benigna, dal momento che non sono mai stati descritti casi di evoluzione maligna, che non richiede alcun trattamento. Di conseguenza, è importante fare una diagnosi differenziale con altre lesioni di colore bianco che compaiono sulla mucosa orale, soprattutto per quanto riguarda quelle nelle quali vi è un rischio di malignità. Viene discusso un caso di nevo spongioso bianco, con discussione della diagnosi differenziale e della gestione clinica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail