Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2007 Novembre-Dicembre;56(11-12) > Minerva Stomatologica 2007 Novembre-Dicembre;56(11-12):611-20

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale

Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0926-4970

Online ISSN 1827-174X

 

Minerva Stomatologica 2007 Novembre-Dicembre;56(11-12):611-20

 ARTICOLI ORIGINALI

Odontoma: studio retrospettivo e analisi al microscopio confocale di 52 casi

Crincoli V., Scivetti M., Di Bisceglie M. B., Lucchese A., Favia G.

Department of Odontostomatology and Surgery University of Bari, Bari, Italy

Obiettivo. È stata effettuata un’analisi retrospettiva di 52 casi di odontoma trattati presso il Dipartimento di Odontostomatologia e Chirurgia dell’Università di Bari tra il 1971 e il 2005.
Metodi. Le lesioni sono state classificate come odontoma complesso o composto dopo analisi istologica ed esame clinico-radiologico, applicando la classificazione della World Health Organization (WHO) del 2005. L’analisi dei dati è stata condotta considerando i seguenti fattori: sesso, età dei pazienti, sede della lesione, associazione con denti inclusi, agenesie, presenza di elementi sovrannumerari, diagnosi preoperatoria mediante radiografie panoramiche e periapicali. I campioni, colorati con ematossilina ed eosina, sono stati avviati all’analisi istopatologica di routine (microscopia ottica) e successivamente osservati in autofluorescenza tramite la microscopia confocale a scansione laser (confocal laser scanning microscopy, CLSM).
Risultati. Il 57,6% dei campioni apparteneva a soggetti di sesso femminile, il 42,3% a pazienti di sesso maschile. L’età dei pazienti era compresa fra 5 e 75 anni. Il 51% dei campioni è stato asportato dalla mandibola. Nel mascellare superiore, la sede più comune degli odontomi era rappresentata dalla regione anteriore. La maggior parte degli odontomi era associata a denti inclusi e soltanto in un caso era presente un odontoma anziché un dente permanente.
Conclusioni. Gli odontomi sono considerati malformazioni amartomatose la cui la diagnosi è formulata generalmente durante esami radiografici di routine. L’analisi al CLSM può essere utile nel formulare diagnosi e nell’analisi istopatologica, mostrando le aree follicolari intrappolate nel tessuto calcificato e le ghost cells, altrimenti non evidenziabili con tecniche di microscopia tradizionale.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina