Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2007 Novembre-Dicembre;56(11-12) > Minerva Stomatologica 2007 Novembre-Dicembre;56(11-12):611-20

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2007 Novembre-Dicembre;56(11-12):611-20

lingua: Inglese, Italiano

Odontoma: studio retrospettivo e analisi al microscopio confocale di 52 casi

Crincoli V., Scivetti M., Di Bisceglie M. B., Lucchese A., Favia G.

Department of Odontostomatology and Surgery University of Bari, Bari, Italy


PDF  


Obiettivo. È stata effettuata un’analisi retrospettiva di 52 casi di odontoma trattati presso il Dipartimento di Odontostomatologia e Chirurgia dell’Università di Bari tra il 1971 e il 2005.
Metodi. Le lesioni sono state classificate come odontoma complesso o composto dopo analisi istologica ed esame clinico-radiologico, applicando la classificazione della World Health Organization (WHO) del 2005. L’analisi dei dati è stata condotta considerando i seguenti fattori: sesso, età dei pazienti, sede della lesione, associazione con denti inclusi, agenesie, presenza di elementi sovrannumerari, diagnosi preoperatoria mediante radiografie panoramiche e periapicali. I campioni, colorati con ematossilina ed eosina, sono stati avviati all’analisi istopatologica di routine (microscopia ottica) e successivamente osservati in autofluorescenza tramite la microscopia confocale a scansione laser (confocal laser scanning microscopy, CLSM).
Risultati. Il 57,6% dei campioni apparteneva a soggetti di sesso femminile, il 42,3% a pazienti di sesso maschile. L’età dei pazienti era compresa fra 5 e 75 anni. Il 51% dei campioni è stato asportato dalla mandibola. Nel mascellare superiore, la sede più comune degli odontomi era rappresentata dalla regione anteriore. La maggior parte degli odontomi era associata a denti inclusi e soltanto in un caso era presente un odontoma anziché un dente permanente.
Conclusioni. Gli odontomi sono considerati malformazioni amartomatose la cui la diagnosi è formulata generalmente durante esami radiografici di routine. L’analisi al CLSM può essere utile nel formulare diagnosi e nell’analisi istopatologica, mostrando le aree follicolari intrappolate nel tessuto calcificato e le ghost cells, altrimenti non evidenziabili con tecniche di microscopia tradizionale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail