Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2007 Ottobre;56(10) > Minerva Stomatologica 2007 Ottobre;56(10):481-95

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2007 Ottobre;56(10):481-95

lingua: Inglese, Italiano

Riabilitazione implanto-protesica mediante metodica “BONE SYSTEM®”: studio retrospettivo su 1021 impiantic on follow-up fino a 13 anni

Carbone M. 1, Goss E. 2, Borione M. 3, Bava L. 4, Broccoletti R. 1, Carrozzo M. 1, Gandolfo S. 1

1 Oral Medicine Unit, Department of Biomedical Sciences and Human Oncology School of Medicine and Dentistry University of Turin, Turin, Italy
2 Private Practice, Turin, Italy
3 Private Practice, Venaria, Italy
4 Private Practice, Chieri, Italy


PDF  


Obiettivo. Scopo del nostro lavoro è analizzare i dati raccolti in 13 anni di controlli clinici in pazienti trattati con riabilitazioni implanto-protesiche e fornire i risultati ottenuti nell’applicazione odontoiatrica quotidiana dell’implantologia, al di fuori di studi prospettici che prevedono necessariamente rigidi criteri di inclusione.
Metodi. Un totale di 477 pazienti, 231 uomini e 246 donne sono stati sottoposti in 3 studi dentistici del Piemonte a interventi di implantologia orale per un totale di 1 021 impianti inseriti in un periodo di 12 anni e seguiti tramite controlli programmati per un tempo massimo di 13 anni. Un solo chirurgo ha utilizzato un unico sistema implantare (Bone System®, Italia), con le modifiche e i miglioramenti apportati negli anni dalla casa costruttrice.
A 3 distinti professionisti in ambito protesico e a 4 laboratori odontotecnici è stato affidato il compito di progettare e realizzare strutture riabilitative orali sugli impianti inseriti.
Nel follow-up, il successo clinico delle terapie effettuate è stato considerato in base al grado di soddisfazione dei pazienti e alla sopravvivenza nel tempo delle riabilitazioni implanto-protesiche.
Risultati. Si è registrata una sopravvivenza degli impianti pari al 95,9% del totale, con un successo clinico del 92,8%. Gli insuccessi sono stati pari al 4,1% del totale. Tra le complicanze, le peri-implantiti sono state più frequenti rispetto alle fratture meccaniche degli impianti o delle sovrastrutture. Non si sono evidenziate sostanziali differenze negli insuccessi, fra impianti inseriti nel mascellare piuttosto che in sede mandibolare.
Conclusioni. La terapia implanto-protesica rappresenta attualmente una concreta risorsa per risolvere casi di riabilitazione orale semplici o complessi; se correttamente gestita è in grado di produrre risultati predicibili e mantenibili nel tempo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail