Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2007 September;56(9) > Minerva Stomatologica 2007 September;56(9):445-59

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Stomatologica 2007 September;56(9):445-59

lingua: Inglese, Italiano

La tecnica corono-apicale per la sagomatura dei canali radicolari: revisione della letteratura

Tortini D., Colombo M., Gagliani M.

Unit of Endodontics, DMCO San Paolo Department of Dentistry University of Milan, Milan, Italy


PDF  


L’obiettivo della terapia canalare è la sagomatura e la detersione dell’intero sistema canalare per ricevere un’otturazione ermetica e tridimensionale dello spazio endodontico. Questa revisione si pone lo scopo di analizzare lo sviluppo delle differenti tecniche di sagomatura canalare, dall’utilizzo di strumenti manuali in acciaio fino ai recenti sistemi in lega Ni-Ti. La necessità di portare strumenti di diametro idoneo all’apice di canali curvi ha determinato l’evoluzione di tecniche sempre più rispettose della parte apicale. La tecnica Crown-Down prevede l’utilizzo di frese di Gates Glidden per una precoce svasatura degli imbocchi del canale radicolare e il successivo utilizzo di files per la rimozione dei residui organici procedendo dall’imbocco canalare verso l’apice. I files vengono utilizzati dal più grande al più piccolo senza pressione verso l’apice. Il termine Crown-Down tuttavia non definisce una tecnica in senso stretto o una sequenza precisa di utilizzo degli strumenti; definisce bensì una modalità di impiego degli strumenti stessi. Lo sviluppo della lega Ni-Ti ha rivoluzionato la preparazione dei canali radicolari. Le caratteristiche di questa lega rendono gli strumenti più flessibili e permettono la fabbricazione di strumenti a conicità maggiori rispetto ai tradizionali strumenti in acciaio. Nella seconda parte di questo lavoro sono state portate numerose evidenze riguardanti la comparazione dei diversi sistemi Ni-Ti presenti sul mercato e le loro tecniche di utilizzo. Un approccio corono apicale offre numerosi vantaggi come la precoce eliminazione del materiale organico, fornisce un ampio serbatoio per gli irriganti, permette un accesso rettilineo alle parti apicali soprattutto nei canali curvi, consente di stabilire con maggior precisione la corretta lunghezza di lavoro ed il diametro apicale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail