Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2007 Gennaio-Febbraio;56(1-2) > Minerva Stomatologica 2007 Gennaio-Febbraio;56(1-2):3-20

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2007 Gennaio-Febbraio;56(1-2):3-20

lingua: Inglese, Italiano

Incremento di gengiva cheratinizzata mediante innesti connettivali con tecnica bilaminare: confronto tra due tecniche

Bertoldi C., Bencivenni D., Lucchi A., Consolo U.

Dental School, Department of Oral and Maxillofacial Surgery University of Modena and Reggio Emilia Modena, Italy


PDF  


Obiettivo. La carenza di gengiva cheratinizzata è considerata come un potenziale fattore favorente alcune patologie parodontali tra cui, in particolare, la recessione gengivale. Le conseguenze della recessione gengivale possono essere di natura estetica, qualora occorra nei sestanti anteriori, o possono essere di natura funzionale, poiché aumenta l’incidenza di ipersensibilità dentinale e l’incidenza di carie radicolari.
Lo scopo di questo studio è la valutazione e il confronto di due tecniche utilizzate nella ricopertura di recessioni gengivali.
Metodi. Trentacinque pazienti sono stati suddivisi in due gruppi. Il gruppo G1 con 19 pazienti presentanti 49 recessioni è stato trattato con la metodica bilaminare di Nelson modificata da Harris. Il secondo gruppo G2 con 15 pazienti e 40 recessioni è stato trattato con la tecnica bilaminare di Langer. Ogni gruppo è stato valutato in tre tempi diversi: prima del trattamento (T0), ad un mese dopo il trattamento (T1) e ad un anno dopo il trattamento (T2). Un appropriata analisi statistica, mediante il test di Friedmann e Wilcoxon e l’U-Mann-Whitney test hanno permesso di confrontare i dati metrici raccolti dai due gruppi.
Risultati. L’analisi statistica non ha rivelato differenze significative tra i due gruppi, ad ogni tempo di valutazione (T1 o T2) sia in termini di percentuale di ricopertura radicolare, sia in termini di guadagno di gengiva cheratinizzata. Il guadagno medio di gengiva cheratinizzata era statisticamente significativo rispetto al valore preoperatorio (T0) in ogni gruppo.
Conclusioni. Il presente studio evidenzia l’equivalenza delle metodiche bilaminari secondo Nelson e secondo Langer in termini di ricopertura radicolare e di incremento di gengiva cheratinizzata.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail