Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2006 July-August;55(7-8) > Minerva Stomatologica 2006 July-August;55(7-8):423-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2006 July-August;55(7-8):423-30

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Considerazioni sui tumori a cellule granulari del cavo orale: presentazione di undici casi trattati con laserterapia

Angiero F. 1, Crippa R. 2, Stefani M. 1

1 Oral Pathology Section Department of Anatomic Pathology University of Milan, Milan, Italy 2 Department of Oral Pathology and Lasertherapy Italian Stomatological Institute, Milan, Italy


PDF  


Obiettivo. Lo scopo di questo lavoro è quello di descrivere i tumori a cellule granulari , sotto il profilo clinico, istologico e chirurgico.
Metodi. Dal 1999 al 2004 sono stati esaminati 11 casi di tumore a cellule granulari; la maggior parte dei pazienti era di età compresa tra 28 e 66 anni (6 di sesso femminile e 5 di sesso maschile). Clinicamente i soggetti colpiti presentavano un nodulo solido, monolaterale, di consistenza dura, in 8 localizzato sul dorso linguale, in 2 sul margine linguale e in 1 nella mucosa buccale. Tutti i casi sono stati trattati chirurgicamente con laser a Diodi 808 e 830.
Risultati. Al follow-up variabile da 5 mesi a 5 anni non si è osservata nessuna recidiva locale. L’esame istologico sulle sezioni incluse in paraffina e colorate con ematossilina ed eosina ha evidenziato che 6 tumori sono ben circoscritti, mentre 5 mostrano margini infiltrativi con aspetto digitiforme, estendendosi nella lamina propria, nel tessuto muscolare e attorno ai nervi. L’epitelio squamoso sovrastante dimostra acantosi ed iperplasia pseudoepiteliomatosa. Le indagini immunoistochimiche (positività diffusa alla proteina S-100) confermano la natura neurogena del tumore.
Conclusioni. Il tumore a cellule granulari è una neoplasia benigna, con tendenza alla recidiva se non completamente asportato. Viene sottolineata l’utilità del laser nella terapia chirurgica di questi tumori in particolare di piccole dimensioni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail