Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2006 June;55(6) > Minerva Stomatologica 2006 June;55(6):381-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2006 June;55(6):381-9

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Valutazione dell’adattamento interno di corone protesiche fisse a livello della preparazione effettuata tramite sezioni orizzontali

Barone Monfrin S. 1, Carpinteri B. 1, Griffa B. 1, Baldi I. 2, Bassi F. 1

1 Prosthodontic Section, School of Dentistry Department of Biomedical Sciences and Human Oncology, University of Turin, Turin, Italy 2 Unit of Cancer Epidemiology, S. Giovanni Battista Hospital, University of Turin CPO Piemonte, Turin, Italy


PDF  


Obiettivo. La precisione di corone protesiche fisse è fondamentale per il successo clinico, riducendo il rischio di infiltrazioni e infiammazione parodontale. Questo studio valuta la precisione interna di corone protesiche fisse, a livello della preparazione della spalla, tramite sezioni orizzontali.
Metodi. Ventiquattro denti estratti sono stati inglobati in resina trasparente, trasferiti su un iso-parallelometro e preparati con una spalla a 90° con angolo interno arrotondato. Per ogni campione è stata confezionata e cementata una corona auro-galvanica. La precisione marginale è stata osservata da 3 operatori in 8 punti equidistanti per campione con osservazioni esterne. Successivamente la precisione è stata valutata in corrispondenza dei suddetti 8 punti con osservazioni interne dopo aver ridotto i campioni perpendicolarmente al loro asse lungo, a 0,5 e poi a 0,2 mm dal margine della preparazione. È stato calcolato un fattore di correzione per ottenere valori reali da quelli misurati. I risultati sono stati analizzati usando una regressione lineare con stima robusta dell’errore standard, tenendo conto della correlazione intrasoggetto introdotta dalle misurazioni multiple. Il coefficiente di correlazione intraclasse (intraclass correlation coefficient, ICC) di Shrout-Fleiss per la valutazione del grado di accordo inter-rater è stato calcolato per ogni livello.
Risultati. Le misurazioni interne a 0,5 e a 0,2 mm dal margine della corona hanno mostrato valori simili a quelli ottenuti dalle misurazioni esterne. Le differenze delle medie dei valori ottenuti dai 3 operatori sono risultate comprese in un intervallo di 2 µm. L’ICC variava da 0,93 per il livello a 0,5 mm a 0,97 per il livello esterno.
Conclusioni. Le misurazioni esterne si sono dimostrate sovrapponibili a quelle interne a livello della spalla. Sezioni orizzontali perimarginali permettono di studiare l’adattamento di una corona in un gran numero di punti, contrariamente alle tradizionali sezioni verticali. La tecnica qui presentata potrebbe essere utile nello studio della precisione di nuovi materiali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail