Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2006 June;55(6) > Minerva Stomatologica 2006 June;55(6):367-79

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2006 June;55(6):367-79

lingua: Inglese, Italiano

La chirurgia laser artroscopica nel trattamento
dei disordini temporomandibolari articolari

Politi M. 1, Sembronio S. 1, Albiero A. M. 1, Costa F. 1, Robiony M. 1, Undt G. 2

1 Department of Maxillofacial Surgery Faculty of Medicine University of Udine, Udine, Italy
2 Maxillofacial Surgery Unit Department of Cranio-Maxillofacial and Oral Surgery Medical University of Vienna, Vienna, Austria


PDF  


Obiettivo. Gli Autori presentano i risultati a 1 anno nel trattamento dei closed lock cronici dell’articolazione temporomandibolare mediante l’associazione della tecnica artroscopica di lisi e lavaggio, distensione capsulare e chirurgia con laser a holmium:yttrium-aluminium-garnet (Ho:YAG).
Metodi. Sono state trattate 12 articolazioni in 10 pazienti (9 di sesso femminile ed 1 di sesso maschile) con diagnosi di dislocazione anteriore del disco senza riduzione, non responsivi al trattamento conservativo. Tutti i pazienti sono stati studiati con risonanza magnetica nucleare preoperatoria. Le procedure chirurgiche includevano la lisi e il lavaggio, la distensione capsulare e la chirurgia con laser Ho:YAG con il rilascio anteriore, la scarificazione posteriore e la pulizia della superficie cartilaginea articolare. I risultati sono stati analizzati attraverso un esame clinico, una scala analogica visuale per il dolore e un questionario riguardante la funzionalità mandibolare. I pazienti hanno avuto un follow-up a 1 anno.
Risultati. I risultati a 1 anno mostrano che in 9 pazienti (percentuale di successo del 90%) si è ottenuto un miglioramento della funzionalità mandibolare e una riduzione della sintomatologia algica. La valutazione clinica a 1 anno ha evidenziato eccellenti risultati. I pazienti a 1 anno dall’intervento assumono una dieta regolare senza restrizione per i cibi duri.
Conclusioni. Questi risultati sembrano giustificare l’utilizzo associato della tecnica artroscopica di lisi e lavaggio, distensione capsulare e chirurgia con laser Ho:YAG per il trattamento del closed lock cronico dell’articolazione temporomandibolare. Queste procedure artroscopiche rappresentano, quindi, la prima scelta, e un approccio efficace, nel trattamento chirurgico di questa patologia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail