Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2006 April;55(4) > Minerva Stomatologica 2006 April;55(4):223-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Stomatologica 2006 April;55(4):223-8

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Valutazione radiologica nell’agenesia delle ghiandole salivari maggiori: presentazione di un caso clinico

D’Ascanio L., Cavuto C., Martinelli M., Salvinelli F.

1 Department of Otolaryngology School of Medicine, Campus Bio-Medico University of Rome, Rome, Italy 2 Department of Otolaryngology Head and Neck Surgery Holy Spirit Civil Hospital, Pescara, Italy 3 Department of Odontostomatology School of Medicine G. D’Anunzio University of Chieti, Chieti, Italy


PDF  


L’agenesia congenita delle ghiandole salivari maggiori è una condizione clinica rara, a eziopatogenesi ignota, che si presenta talvolta in forma bilaterale. Tale condizione patologica viene spesso diagnosticata tardivamente a causa della modestia delle manifestazioni cliniche. Solamente le forme bilaterali di agenesia parotidea sono responsabili di un’insufficienza salivare tale da predisporre allo sviluppo di carie dentarie, patologie parodontali, scialoadeniti ascendenti e candidosi. Nella maggior parte dei casi, l’aplasia interessa più ghiandole salivari maggiori, potendosi associare a ulteriori anomalie di sviluppo della regione cervico-facciale.
Viene presentato il caso di un paziente affetto da aplasia della ghiandola parotide destra, ipoplasia del lobo destro della ghiandola tiroide e presenza di una lesione angiomatosa a livello della regione geniena omolaterale. Vengono descritti i reperti clinici e radiologici riscontrati nel paziente e una revisione circa l’impiego della diagnostica per immagini in tali patologie.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail