Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2006 April;55(4) > Minerva Stomatologica 2006 April;55(4):179-87

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2006 April;55(4):179-87

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Rugosità di superficie di tre materiali resinosi da restauro dopo rifinitura e lucidatura

Cadenaro M. 1, Dorigo E. 1, Contardo L. 1, Chiesa R. 2, Di Lenarda R. 1

1 Department of Dentistry and Stomatology University of Trieste, Trieste, Italy
2 Department of Chemoistry Materials and Chemical Engineering Polytechnic of Milan, Milan, Italy


PDF  


Obiettivo. È stata valutata in vitro la rugosità di superficie di tre diversi materiali resinosi da restauro polimerizzati con una lampada alogena e una lampada al plasma, dopo rifinitura e lucidatura.
Metodi. Utilizzando una matrice metallica sono stati preparati 10 campioni con ciascun materiale. Una matrice Mylar è stata posizionata su entrambi i lati della matrice metallica. Cinque campioni di ciascun materiale sono stati polimerizzati con lampada alogena, mentre gli altri 5 sono stati polimerizzati con lampada la plasma. In entrambi i gruppi la superficie esposta alla lampada è stata rifinita e lucidata con i sistema Enhance™ (Dentsply). La superficie opposta non trattata è stata utilizzata come controllo. Entrambe le superfici di ogni provino sono state analizzate con un profilometro lase, calcolando la rugosità media (Ra). È stata inoltre misurata la microdurezza Vickers delle superfici lucidate. Tutti i dati sono stati analizzati mediante il test statistico Mann-Whitney test. Un test di regressione è stato effettuato per valutare l’eventuale correlazione fra rugosità e microdurezza.
Risultati. Le superfici più liscie sono state ottenute quando i compositi sono stati polimerizzati a contatto con la matrice Mylar. La rugosità era significativamente aumentata in entrambi i gruppi a livello delle superfici trattate. Non è stata dimostrata un correlazione significativa fra rugosità e microdurezza.
Conclusioni. Lo studio ha dimostrato che le superfici polimerizzate a contatto con la matrice Mylar erano le più liscie, mentre la rugosità delle superfici era significativamente aumentata dalla rifinitura e lucidatura. La rugosità dopo lucidatura, inoltre, dipende dal tipo di materiale lucidato.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail