Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2006 Gennaio-Febbraio;55(1-2) > Minerva Stomatologica 2006 Gennaio-Febbraio;55(1-2):77-83

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

NOTE DI TERAPIA  


Minerva Stomatologica 2006 Gennaio-Febbraio;55(1-2):77-83

lingua: Inglese, Italiano

L’utilizzo della doxiciclina in parodontologia.Studio istologico in vivo su topi con diabete mellito

Kol R., Palattella A.

Department of Dentistry and Stomatology Tor Vergata University, Rome, Italy


PDF  


Il ritardo nel processo di cicatrizzazione delle ferite e la malattia parodontale sono 2 possibili complicanze del diabete mellito; in caso di parodontite, la terapia parodontale chirurgica si rende necessaria se, a causa delle caratteristiche anatomo-topografiche delle lesioni parodontali presenti, non è tecnicamente possibile eliminare tutti i fattori eziologici solo con la terapia di scaling e root-planing. Lo scopo del presente studio è stato di analizzare su animali da esperimento (topi affetti da diabete mellito) l’efficacia della doxiciclina iclato come principio acceleratore dei processi di cicatrizzazione. I risultati ottenuti, in conseguenza di un’incisione chirurgica su un tessuto orale di natura epitelio-connettivale di topi diabetici, dimostrano che l’applicazione topica di doxiciclina iclato migliora, in termini di tempo della risposta riparativa, la capacità rigenerativa del tessuto analizzato. È nostro auspicio che nuovi studi vengano effettuati per testare l’utilizzo per via topica della doxiciclina iclato per accelerare i processi di cicatrizzazione dei tessuti nei pazienti diabetici sottoposti ad intervento parodontale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail