Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2006 January-February;55(1-2) > Minerva Stomatologica 2006 January-February;55(1-2):1-15

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2006 January-February;55(1-2):1-15

lingua: Inglese, Italiano

Ricostruzione del volume osseo nelle creste edentule atrofiche: metodica di inserimento di una unità innesto-impianto in un solo tempo con l’ausilio di fattori di crescita endogeni

Di Silvestro S. 1, Palombo Giuseppe G 2., Confalone L. 2 , Poli O. 2, Quaranta A. 3

1 Dental School G. D'Annunzio University, Chieti, Italy
2 Private Practice, Rome, Italy
3 Prosthodontics Unit La Sapienza University, Rome, Italy


PDF  


Obiettivo. L’obbiettivo del presente studio è quello di continuare il precedente lavoro, con 52 nuovi casi, confrontando in vivo il comportamento di 4 differenti materiali da sutura (Ethibond Excel, Monocryl, seta e Vicryl) nel loro impiego in chirurgia orale.
Metodi. Gli aspetti che gli Autori hanno inteso focalizzare maggiormente sono stati di tipo eminentemente clinico: la maneggevolezza intraoperatoria, la tenuta dei nodi e la resistenza del filo, la recettività nei confronti della placca, la risposta tissutale a breve termine (entro le 3 settimane) e quella a lungo termine (90 giorni), tutti valutati secondo parametri obiettivi.
Risultati. Su un totale di 55 nuovi soggetti inseriti nel programma di sperimentazione 52 sono stati seguiti completamente dal giorno 0 al giorno 90. I dati relativi ai 52 casi riguardano: gli indici di placca rilevati sulle suture, il numero e le percentuali di punti andati perduti prima del 7/10 giorno, le reazioni avverse osservate a carico dei tessuti molli delle zone trattate (14/20 giorni), la valutazione complessiva degli indici di placca, e la valutazione del livello di guarigione e del ristabilimento dell’unita dento-parodontale a distanza di 90 giorni.
Conclusioni. Poiché in tutti i casi osservati si è ottenuta una guarigione clinica a 90 giorni della medesima qualità, si può concludere che le differenze fra i vari materiali testati non sono risultate essere così marcate come si è verificato nella fase critica del decorso postoperatorio (entro le 3 settimane)

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail