Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2005 April;54(4) > Minerva Stomatologica 2005 April;54(4):237-46

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2005 April;54(4):237-46

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Allergia e desensibilizzazione al lattice: studio clinico su 50 soggetti odontoiatrici

Vozza I., Ranghi G., Quaranta A.


PDF  


Obiettivo. L'allergia al lattice rappresenta oggi un rilevante problema sociale ed occupazionale, poiché il prodotto costituisce la materia prima per la realizzazione di molti manufatti, odontoiatrici e non e vi è cross-reattività tra gli allergeni del lattice e le proteine presenti in molti alimenti di origine vegetale. Lo scopo di questa nostra ricerca è stato quello di riscontrare casi d'allergia al lattice sperimentando un protocollo di desensibilizzazione per via percutanea. Metodi. Nell'ambito di un campione di 50 soggetti esaminati i pazienti risultati positivi ai tiurami attraverso il Patch test sono stati sottoposti, previo allontanamento di tutti i prodotti in lattice e delle sostanze che danno allergia crociata (kiwi, sedano, castagne, pomodoro, banana ecc.), a desensibilizzazione attraverso l'uso di un guanto in lattice a partire da 10 secondi progressivamente fino ad un'ora dopo un anno di trattamento.
Risultati. In 7 pazienti su 11 (63,6%) si è verificata una regressione della sintomatologia; 2 pazienti (18,2%) hanno rifiutato il trattamento e 2 pazienti (18,2%) non hanno mostrato alcuna regressione.
Conclusioni. A parte l'immunoterapia ed i DNA-vaccini,la desensibilizzazione per via percutanea è attualmente il trattamento più efficace, sicuro e vicino all'attuazione come protocollo terapeutico di pazienti allergici al lattice, senza effetti collaterali durante il trattamento e senza ricorrenza di sintomi al ritorno nell'ambiente di lavoro, per quanto necessiti di ulteriori verifiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail