Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2005 January-February;54(1-2) > Minerva Stomatologica 2005 January-February;54(1-2):1-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Stomatologica 2005 January-February;54(1-2):1-4

lingua: Inglese, Italiano

Parodontite e parto pretermine. Revisione della letteratura

Pizzo G., La Cara M. , Conti Nibali M., Guiglia R.


PDF  


Scopo di questo lavoro è presentare una revisione della letteratura sul rapporto tra parodontite e parto pretermine. Attraverso la banca dati MEDLINE/ PubMed, sono stati selezionati i lavori originali pubblicati in lingua inglese sull'argomento fino al primo quadrimestre del 2004. Altre fonti sono state selezionate dai riferimenti bibliografici citati nelle revisioni della letteratura pubblicate in precedenza. Gli studi caso-controllo hanno evidenziato un'associazione tra parodontite e aumento dell'incidenza del parto pretermine di neonati sottopeso. Gli studi longitudinali hanno dimostrato che l'insorgenza o la progressione della parodontite in corso di gravidanza aumentano il rischio di partorire neonati prematuri e con basso peso alla nascita, indipendentemente da altri fattori di rischio. Studi microbiologici, immunologici e su modelli animali fanno ritenere che i microrganismi parodontali o i loro prodotti, possono raggiungere l'unità feto-placentare inducendo il parto pretermine e un ritardo della crescita fetale. L'infezione parodontale materna può inoltre rappresentare un serbatoio cronico di mediatori flogistici e citochine (TNF-alfa, IL-1, IL-6, PGE2) in grado di influenzare negativamente il decorso della gravidanza. Gli studi clinici randomizzati e controllati disponibili hanno indicato che la terapia parodontale fa diminuire significativamente il rischio di partorire neonati prematuri e sottopeso. Se ulteriori indagini confermeranno tali risultati, la prevenzione e il trattamento della parodontite dovranno essere considerati a pieno diritto come facenti parte delle cure prenatali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail