Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2004 Novembre-Dicembre;53(11-12) > Minerva Stomatologica 2004 Novembre-Dicembre;53(11-12):669-78

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale

Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0926-4970

Online ISSN 1827-174X

 

Minerva Stomatologica 2004 Novembre-Dicembre;53(11-12):669-78

 ARTICOLI ORIGINALI

Carie della prima infanzia. Indagine sulla salute orale nelle scuole materne della 19° Circoscrizione del comune di Roma

Panetta F., Dall'Oca S., Nofroni I., Quaranta A., Polimeni A., Ottolenghi L.

Obiettivo. Lo scopo di questa indagine clinico-epidemiologica è stato quello di evidenziare lo stato dentale e ortognatodontico in un campione di soggetti in età prescolare scelto con modalità casuale nelle scuole materne pubbliche della 19° Circoscrizione del Comune di Roma e la prevalenza della carie della prima infanzia (early childhood caries, ECC), seguendo i parametri dell'OMS.
Metodi. Sono stati esaminati 546 pazienti pediatrici di età compresa tra i 3 e i 5 anni. Gli esami clinici sono stati effettuati dal gennaio 1999 al giugno 2000 da 4 operatori precedentemente calibrati; sono state elaborate cartelle cliniche e questionari per i genitori secondo le linee guida dell'OMS.
Risultati. L'8,2% dei soggetti era affetto da ECC, con un dmft di 6,3 e una necessità di trattamento (treatment need, TN) pari al 93%; scarsi livelli di salute orale erano significativamente correlati con bassi livelli socio-economici dei genitori; la maggior parte di queste famiglie proveniva da paesi stranieri poco industrializzati; il 40% dei bambini affetti da ECC usava succhiare il ciuccio immerso nel miele: molti altri seguivano un'alimentazione ricca di bevande edulcorate (latte e zucchero, succhi di frutta etc.); le caratteristiche ortognatodontiche più frequenti erano: tipologia facciale brachi (26,7%), profilo convesso (70%), piano terminale in III classe di Angle (34%).
Conclusioni. I risultati indicano che l'informazione, l'educazione e la promozione della salute mancano in questa parte della popolazione romana. I programmi di prevenzione primaria dovrebbero essere organizzati stabilendo una stretta collaborazione fra il nucleo familiare, gli operatori delle scuole d'infanzia e i pediatri.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina